TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Corrarati (CNA): "Porte aperte nei negozi? Abbiamo le soluzioni tecniche. Sbagliato mettere i cittadini contro le attività economiche, piuttosto sperimentazione sotto i Portici"

“Porte aperte dei negozi da chiudere immediatamente? La soluzione non può essere quella di mettere i cittadini contro le attività economiche. Semmai, puntiamo sull’innovazione  e su soluzioni tecniche che i nostri artigiani già padroneggiano”. Lo afferma Claudio Corrarati, presidente della CNA-SHV Unione Artigiani e Piccole e Mede Imprese.

Corrarati prende spunto dalle parole di Luca Mercalli, presidente della Società Italiana di Meteorologia, che alla Fiera Klimahouse ha invitato i cittadini a sommergere di email di protesta i negozi che tengono le porte aperte. “Viviamo un contesto storico in cui l’ambiente e i cambiamenti climatici sono diventati finalmente una priorità. Anche Fiera Bolzano – prosegue Corrarati, che è anche vicepresidente dell’ente fieristico – sta puntando su questo filone, non soltanto con la Klimahouse. Ma mettere i cittadini contro i negozi e le attività economiche in genere non è una soluzione, così come non lo è quella di chiudere le porte. Esistono soluzioni tecnologiche, altre ancora ne arriveranno grazie alla ricerca e all’innovazione. I nostri artigiani dispongono già di sistemi in grado di garantire il riciclo dell’aria e il recupero del calore oppure il raffrescamento, senza penalizzare i negozi e i clienti in tutte le condizioni meteo esistenti”.

Il presidente di CNA-SHV propone di istituire “un tavolo di confronto tecnico per valutare un investimento per i negozi dei Portici, a Bolzano, ma anche per altri centri urbani di grandi dimensioni, che punti a sviluppare innovativi sistemi di ricircolo dell’aria e recupero del calore o dell’aria fresca senza chiudere le porte, coinvolgendo le categorie di artigiani e tecnici, molto competenti in materia, e i centri di ricerca presenti sul territorio.”