TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Appalti pubblici, la rivoluzione "Sblocca-cantieri": 81 modifiche al codice, semplificazioni per l'edilizia privata. Corrarati: "Norme da armonizzare con quelle provinciali. L'obiettivo è creare lavoro". Le valutazioni CNA

Arriva a tre anni esatti dall’entrata in vigore del nuovo Codice nazionale per gli appalti di lavori, servizi e forniture - diventato operativo il 19 aprile 2016 - la controriforma degli appalti voluta dal governo M5S-Lega, nel tentativo di far ripartire piccole e grandi opere intrappolate nella morsa di burocrazia, sciopero della firma dei funzionari pubblici, difficoltà di programmazione e progettazione delle amministrazioni, scarsa capacità di dare attuazione ai pilastri della riforma di tre anni fa, rimasta largamente sulla carta.

WIFO-Wirtschaftsbarometer Frühjahr 2019: Baugewerbe

Das Geschäftsklima im Südtiroler Baugewerbe verbessert sich weiter. Dies zeigt die Frühjahrsausgabe des Wirtschaftsbarometers vom WIFO – Institut für Wirtschaftsforschung der Handelskammer Bozen. Mehr als neun von zehn Unternehmen sind mit der im Jahr 2018 erreichten Rentabilität zufrieden und haben zuversichtliche Erwartungen für das laufende Jahr.

Subappalti, più formazione per le piccole e micro imprese. CNA-SHV lancia lo Sportello edilizia per le consulenze. Scrinzi: "Preveniamo i problemi"

Le micro e piccole imprese dell’edilizia necessitano maggiore formazione sui subappalti sia nei lavori pubblici sia nei lavori privati. La CNA-SHV mette a disposizione lo Sportello Edilizia per affiancare le aziende nella sottoscrizione di contratti chiari che le mettano al riparo da brutte sorprese e imprevisti. È quanto emerso dalla serata informativa “Il corretto rapporto di subappalto. Il contratto sicuro nell’edilizia”, organizzata ieri sera (15 aprile 2019) dalla CNA-SHV Edilizia.

CNA Trentino Alto Adige: “Il Codice appalti mette fuori mercato le piccole imprese, norme da rivedere. Trento e Bolzano facciano da apripista"

“Al Codice degli appalti serve una iniezione di efficienza. Se è vero che si riscontra una ripresa degli appalti, è altrettanto vero che sta avvenendo a scapito delle piccole imprese, in contrasto con le richieste avanzate espressamente dall’Unione europea. Le Province di Trento e Bolzano, sfruttando l’Autonomia, facciano da apripista incentivando la partecipazione delle piccole e micro imprese locali agli appalti attraverso la suddivisione in lotti funzionali, l’innalzamento della soglia massima di lavori da assegnare in subappalto, introducendo meccanismi riconosciuti anche dalle banche per il pagamento diretto dei subappaltatori, attuando una semplificazione burocratica e stabilendo procedure snelle valide per tutte le stazioni appaltanti”. Lo afferma Claudio Corrarati, presidente della CNA Trentino Alto Adige.