TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

CNA Federmoda: necessari interventi d’emergenza e di prospettiva per la salvaguardia della filiera moda italiana

Il settore moda sta pagando pesantemente gli effetti della crisi pandemica che ha travolto il 2020 e per la quale ancora non si riescono a definire i limiti temporali per una sua conclusione.

Le ultime stime, elaborate dal Centro Studi della CNA Nazionale, prospettano, nel nostro Paese, una riduzione per l’anno appena concluso di oltre il 30% del fatturato complessivo del settore tessile, abbigliamento, pelle, cuoio, calzature e accessori, si parla quindi di almeno 30 miliardi persi, con picchi aziendali che arrivano anche a superare il 50%.

CNA Federmoda lancia i webinar di RMI Academy

“Oggi con la situazione pandemica in corso tutto è reso più complicato e quindi abbiamo strutturato un percorso digitale per informare e formare i giovani e anche per preparare l’edizione 2021 del Concorso Nazionale Professione Moda Giovani Stilisti” dichiara Antonio Franceschini, responsabile nazionale CNA Federmoda.

Nasce con questo scopo RMI Academy, un progetto informativo e formativo dedicato ai giovani che intendono impegnarsi nel mondo della moda promosso e organizzato da CNA Federmoda per creare un ponte tra il mondo della scuola e l’impresa.

CNA Federmoda grazie al Concorso Nazionale Professione Moda Giovani Stilisti ha, dal 1990, avviato un percorso dedicato ai giovani al fine di aiutarli ad entrare nel mondo del lavoro aumentando le loro conoscenze e competenze sul settore moda. “In questi 30 anni abbiamo affiancato alla parte prettamente competitiva del Concorso una di dialogo, confronto e informazione con il mondo dell’Istruzione e della Formazione andando nelle Scuole, Accademie e Università italiane portando l’esperienza di chi opera sul campo – continua  Franceschini.  “Inoltre durante la fase finale del Concorso abbiamo sempre offerto ai finalisti un programma formativo tenuto da esperti”.

Il primo appuntamento in programma per mercoledì 2 dicembre 2020 vede la collaborazione di Lectra con il webinar, condotto da Alan Capra, sales engineering manager, che avrà come tema “La digitalizzazione dei processi fashion: la tecnologia valorizza il talento”.

Sostenere l'Artigianato e le Piccole Imprese della moda italiana per salvaguardare occupazione, imprese e il futuro del made in Italy

CNA Federmoda chiede al Governo attenzione per il mondo dell'Artigianato e delle Piccole Imprese della moda italiana.

Attraverso una lettera a firma del Presidente Nazionale CNA Federmoda, Marco Landi e del Responsabile Nazionale, Antonio Franceschini inviata, nel pomeriggio di ieri 29 ottobre 2020, al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro dell’Economia e Finanze, al Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, al Ministro dello Sviluppo Economico e al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, l’Unione delle imprese della filiera moda di CNA illustra la situazione del settore e propone una serie di misure chiedendo inoltre un momento di confronto dedicato al settore.

CNA Federmoda: privilegiare l'acquisto made in Italy per aiutare il Paese a ripartire

CNA Federmoda sottolinea che il settore moda rappresenta uno degli assi portanti del sistema economico italiano. Un settore costituito soprattutto da Artigianato, Piccole e Medie Imprese che rischia di risentire molto della crisi causata dall’emergenza Coronavirus.

Un tessuto d’imprese che ha un forte radicamento territoriale, una sensibilità sociale e etica. Un settore costituito da circa 80.000 imprese che danno lavoro ad oltre 1 milione di persone.

Lanciamo un appello a tutti per invitarvi a privilegiare l’acquisto di prodotti made in Italy per rilanciare i consumi e sostenere l’intera filiera moda italiana.

Acquistate made in Italy e aiuterete le nostre imprese a ripartire per l’amore e la passione che nutrono verso il lavoro, verso il nostro sistema sociale e questi saranno sempre più valori del nostro patrimonio che potremo portare nel mondo.

Acquistate made in Italy per supportare le imprese italiane nel continuare ad essere protagoniste globali grazie alle competenze produttive, alla creatività, al valore della ricerca che sono insiti nei vari anelli della filiera moda.

Molte nostre imprese percorrendo sentieri non abituali stanno cercando di dare un contributo alla richiesta di mascherine e altri dispositivi che il Paese sta evidenziando.

IL MANIFESTO DI CNA FEDERMODA