TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

CNA Installazione e Impianti: ritiro norme tecniche, lettera unitaria a MiSE ed UNI

Con una lettera unitaria inviata al Ministero dello  Sviluppo Economico ed all’UNI, CNA Installazione Impianti e Confartigianato Impianti hanno ribadito la richiesta di ritiro delle norme UNI CEI TS 11696:2017 (requisiti per i professionisti del fotovoltaico) e UNI 11741:2019 (qualifica degli installatori di sistemi radianti) e la sospensione dei lavori di elaborazione di un nuovo progetto di prassi di riferimento (UNI/PdR) sulla “Manutenzione predittiva impianti di condizionamento - Requisiti di conoscenza, abilità, autonomia e responsabilità dei manutentori degli impianti” e della proposta di norma UNI/CT 034/GL 10 "Servizi per i sistemi di sicurezza antincendio e di allarme anti intrusione, videosorveglianza e controllo accessi”.

Rischio furti nel dopo-lockdown. I consigli di CNA Installazione Impianti

Sono crollati di numero, e di per sé è un’ottima notizia. Durante il lockdown i furti nelle abitazioni sono diminuiti del 76 per cento e i quelli negli esercizi commerciali del 68 per cento. A registrarlo il ministero dell’Interno. Ma il ritorno, sia pure parziale, alla normalità e l’avvicinarsi delle settimane di picco del turismo estivo, a Ferragosto e dintorni, non lasciano sperare nulla di buono. Anche perché, lontana o vicina la meta vacanziera di quest’anno, anno del turismo di prossimità, le case, i negozi, i laboratori rimarranno comunque sguarniti. E i ladri, spesso autentici professionisti del furto, potrebbero cercare di recuperare il lungo periodo di inerzia forzata. Esiste il rischio concreto, insomma, di una recrudescenza di questo reato odioso, danno economico e insieme violazione dell’intimità familiare.

I climatizzatori non diffondono il Coronavirus, semmai diluiscono i rischi di contagio. Disponibile la guida di CNA

“Gli impianti di climatizzazione non diffondono il Coronavirus, non costituiscono una minaccia alla nostra salute, rappresentano invece, se ben utilizzati, una importante opportunità per diluire il rischio da contagio”. Lo afferma CNA Installazione Impianti Trentino Alto Adige, che mette a disposizione, anche sul territorio regionale,  una guida per sapere come utilizzare al meglio il climatizzatore.

“Va sfatato il pericoloso luogo comune – sostiene la CNA - che, specialmente nel primo periodo dell’emergenza sanitaria, è stato alimentato sui media da alcuni, per fortuna pochi, “opinionisti” e pseudo-esperti. Un modo efficace per ridurre il rischio di contagio è la ven­tilazione degli ambienti che può essere attuata aprendo le finestre (aerazione) o tramite sistemi mecca­nici (ventilazione meccanica). L’impianto di climatiz­zazione, che fa anche ventila­zione, immettendo aria esterna contribuisce a ridurre il rischio di contagio tramite diluizione. In pratica, mag­giore è la quantità d’aria esterna che viene introdotta in un ambiente, pulita rispetto al virus, maggiore è la diluizione di carica virale”.

CNA Installazione Impianti, pubblicata la rivista "L'installatore professionale" n. 3-4/2020

Gentili associati della CNA Installazione Impianti, certi di fare cosa gradita, vi informiamo che è stato pubblicato l’ultimo numero de “L’Installatore Professionale” che contiene un articolo (v. pag. 8) sulla ricerca svolta nel mese di aprile-maggio da CNA Installazione Impianti  sull’impatto avuto dall’emergenza sanitaria sull’attività delle nostre imprese.

La versione sfogliabile online è leggibile al seguente link:

https://bit.ly/installatore-3-4

L’uscita del prossimo numero è prevista per settembre e conterrà, tra le altre cose, un manuale sulla manutenzione degli impianti ad uso civile redatto a cura di CNA Installazione Impianti.