TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Ristori per i parrucchieri, la Provincia chiarisca la situazione. Esclusi dal Ddl di prossima approvazione. CNA-SHV: pressing a Roma o subito soluzione locale

Insistere con l’azione di persuasione, tramite la deputazione altoatesina a Roma, affinché il disegno di legge Ristori, in discussione alla Camera dei Deputati in vista di una rapida approvazione, venga modificato, inserendo anche i parrucchieri altoatesini (quasi 750 aziende e oltre 1.500 occupati), i cui ristori sono stati “divorati” dalla stratificazione normativa tra Stato e Provincia Autonoma. In alternativa, se l’esito fosse negativo, comunicare prima possibile alla categoria se, come anticipato dall’assessore all’Economia, Philipp Achammer, in una recente conferenza stampa, verranno attivate misure di ristoro della categoria a carico della Provincia Autonoma.

Sono le due richieste contenute nella lettera inviata al presidente della Provincia, Arno Kompatscher, e all’assessore Philipp Achammer dal presidente di CNA-SHV, Claudio Corrarati, e dal direttore Gianni Sarti, dopo un confronto con il portavoce di Federacconciatori, Sandro Stefanati.

"Diamoci un taglio", parrucche per i malati oncologici. Il Covid-19 non ferma le donazioni di capelli: oltre 85 metri. Federacconciatori: l'iniziativa proseguirà senza scadenza

Il lockdown e il virus non hanno fermato la solidarietà degli altoatesini, che hanno continuato a tagliare trecce di capelli per consegnarli alla Lilt o ai parrucchieri di Federacconciatori CNA-SHV. In un anno sono stati raccolti oltre 85 metri di capelli, di cui 15 metri consegnati in questi giorni subito dopo la riapertura delle attività.

Oggi, 15 giugno 2020, il portavoce di Federacconciatori, Sandro Stefanati, e Marisa Dell’Antonio della Lilt si sono incontrati per fare il punto dell’iniziativa “Diamoci un taglio”, entrata nel vivo a inizio giugno dello scorso anno con la manifestazione pubblica “Don Bosco solidale” al Parco delle Semirurali. Con i 10 metri di capelli consegnati da Stefanati stamane, che si aggiungono ai 5 metri recapitati da singoli cittadini o da parrucchieri non affiliati a CNA-SHV alla Lilt, la raccolta ha superato gli 85 metri complessivi di trecce (erano 70 metri a inizio novembre 2019).

I capelli raccolti in Alto Adige servono per la donazione di parrucche destinate ai malati oncologici.