TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

CNA Politiche Fiscali: regime semplificato per cassa, opportunità per le PMI

L'Ufficio Politiche Fiscali di CNA fa presente che di recente sono apparsi su alcuni quotidiani specialistici degli articoli che affrontano in maniera sbagliata il nuovo regime semplificato di cassa per la determinazione del reddito d'impresa, facendolo apparire come un danno per le imprese, invece di una opportunità.

Più che altro, si continua a non considerare l'esistenza di un regime opzionale ipersemplificato per determinare il reddito fondato sulle registrazioni IVA. Il problema della impossibilità del riporto delle perdite all''interno del regime di cassa esiste e, sicuramente, verrà risolto a breve, forse già nella legge di conversione al c.d. decreto milleproroghe, pertanto niente trappola, ma solo una svista del legislatore che verrà risolta.

Fermo quanto detto continuiamo a sostenere che IL REGIME SEMPLIFICATO PER CASSA NON DEVE DIVENTARE OPZIONALE. Il regime di cassa per determinare il reddito non è una misura di semplificazione, ma una misura che intende evitare di far pagare tasse alle tante imprese sui ricavi che non riescono ad incassare entro fine anno.

Per tutti coloro che non hanno questo problema possono entrare in un regime IPERSEMPLIFICATO, secondo il quale il reddito è determinato confrontando i Ricavi ed I Costi, registrati nei registri Iva a prescindere dalla data di incasso o pagamento.

Avere la possibilità di assumere come rilevanti i Ricavi ed i Costi registrati nei registri Iva senza alcun ulteriore ragionamento sulla maturazione della "competenza economica" ovvero dell'incasso o del pagamento del componente positivo o negativo del reddito,