TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Barometro dell’economia IRE estate 2018 – Edilizia

Il clima di fiducia nel settore edile altoatesino migliora notevolmente rispetto al 2017. Dall’edizione estiva del Barometro dell’economia dell’IRE – Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano – emerge come oltre nove imprese su dieci giudichino soddisfacente la redditività nell’anno in corso. I fatturati crescono e anche l’occupazione mostra un andamento decisamente positivo.

Nell’indagine congiunturale estiva il settore edile altoatesino ha confermato le previsioni positive espresse in occasione della rilevazione primaverile: il 92 percento delle imprese conta infatti di conseguire una redditività soddisfacente nel 2018. Questo dato conferma il trend favorevole che ha caratterizzato il comparto negli ultimi cinque anni e rappresenta un significativo miglioramento rispetto al 2017, quando gli utili conseguiti erano stati soddisfacenti per l’83 percento delle imprese.

Il clima di fiducia positivo si deve in gran parte all’aumento degli ordinativi sul mercato provinciale. A tal proposito, si consideri che nel 2017 in Alto Adige sono stati emessi permessi di costruzione per oltre quattro milioni di metri cubi, con un incremento del 10,9 percento rispetto all’anno precedente. Si segnala inoltre una leggera crescita del fatturato conseguito all’estero, mentre quello realizzato in altre province italiane si attesta sui livelli dello scorso anno.

Questa dinamica favorevole si riflette positivamente anche sull’occupazione. Nel primo semestre del 2018 i lavoratori dipendenti nell’edilizia sono stati mediamente quasi 16.800, ossia il 5,2 percento in più rispetto allo stesso periodo del 2017. Inoltre, gli imprenditori e le imprenditrici del settore edile percepiscono meno rispetto agli anni passati la pressione della concorrenza, potendo compensare l’aumento dei costi con un adeguato incremento dei prezzi di vendita. Infine, le imprese giudicano stabili la puntualità dei clienti nei pagamenti e le condizioni di accesso al credito.

Tra le branche che compongono il settore edile, quella della costruzione di edifici evidenzia il maggiore ottimismo. La fiducia è comunque elevata anche nel comparto dell’ingegneria civile e tra le imprese che si occupano di impiantistica e lavori di completamento degli edifici.

Il Presidente della Camera di commercio, Michl Ebner, è soddisfatto della buona fase congiunturale vissuta dal settore delle costruzioni: “I dati positivi riflettono la capacità delle imprese edili altoatesine di reagire con successo alle difficoltà causate dalla crisi negli anni passati, tornando a generare valore aggiunto e occupazione.”

Emilio Corea, Presidente CNA-SHV Costruzioni: “Il clima di fiducia positivo nel settore edile necessita di alcuni passaggi fondamentali per consolidarsi. È necessario, infatti, che il nuovo Governo non solo confermi l’Ecobonus per le ristrutturazioni finalizzate al risparmio energetico, ma predisponga un piano pluriennale che integri agevolazioni fiscali e contributi. La Provincia può completare il quadro con l’anticipo del bonus fiscale adeguatamente finanziato in bilancio”.