TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

L’imprenditoria femminile in Alto Adige

È sempre più importante il ruolo svolto dall’imprenditoria femminile. Negli ultimi due anni, il numero delle imprese femminili è aumentato dell’1,2 percento. La Camera di commercio di Bolzano sostiene numerose iniziative per rafforzare l’imprenditoria femminile in Alto Adige.

A fine 2018 risultavano iscritte presso la Camera di commercio di Bolzano 10.312 imprese femminili, pari al 17,6 percento del totale. I settori in cui esse sono maggiormente presenti sono l’agricoltura (27,4 %), l’alloggio e la ristorazione (25,2 %) e i servizi privati (22,9 %).

Negli ultimi due anni le imprese femminili sono aumentate dell’1,2 percento. In particolare, tale crescita ha riguardato il settore delle costruzioni e quello dei servizi privati, con un incremento del circa sei percento in entrambi i settori. Con un totale di 223 imprese femminili, l’edilizia è il settore con la più bassa quota di imprese femminili in Alto Adige.

I dati mostrano quindi l’importante ruolo delle donne nell’economia. La Camera di commercio di Bolzano contribuisce al rafforzamento dell’imprenditoria femminile: nel 2010 è stata avviata l’iniziativa “Donna nell’economia” e nel 2011 è stato costituito il Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile. Il Comitato propone iniziative di sensibilizzazione e formazione per la creazione di imprese, per stimolare il networking e rafforzare le imprenditrici e le dirigenti nel loro ruolo. Allo stesso tempo, il servizio “Audit famiglia e lavoro” offre alle imprese un sostegno professionale all’introduzione di misure a favore della conciliabilità di lavoro e famiglia.

Nota metodologica: Si considerano “femminili” le imprese in cui il controllo e/o la proprietà sono detenuti in prevalenza da donne. Si noti che le imprese restanti non sono necessariamente “maschili”, in quanto possono essere controllate pariteticamente da uomini e donne o da persone giuridiche.