TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

L'interporto di Isola della Scala è indispensabile per il trasferimento del traffico merci su rotaia

In una lettera datata 4 aprile 2019 il Presidente della Regione Trentino-Alto Adige, Arno Kompatscher, ha informato gli attuali soci dell'Autostrada del Brennero, tra cui anche la Camera di commercio di Bolzano, sullo stato attuale delle trattative in ordine al prolungamento della concessione per l'A22. Ne è emerso che il finanziamento dell'interporto a Isola della Scala non è previsto nei documenti attuali. Ciò è inaccettabile dal punto di vista della Camera di commercio di Bolzano, dato che sarà proprio tale interporto a permettere in futuro il trasferimento del traffico merci dalla strada alla ferrovia.

Già nel 1996 i responsabili di allora dell'A22 avevano acquistato, tramite la società affiliata STR, un terreno di 70 ettari nel Comune di Isola della Scala, che conta 12.000 abitanti ed è situato a sud di Verona. L'obiettivo di tale operazione era costruire in futuro un interporto all'incrocio autostradale Verona-Brennero/Venezia-Milano. La costruzione doveva essere finanziata con gli introiti dell'A22.

Il 4 aprile i soci attuali sono stati informati con lettera del Presidente della Regione, Arno Kompatscher, sullo stato attuale delle trattative in ordine al prolungamento della concessione. Dalla lettera emerge che i documenti fino ad ora elaborati non prevedono il finanziamento dell'interporto di Isola della Scala. Dal punto di vista della Camera di commercio di Bolzano ciò è inaccettabile, in quanto la disponibilità dell'interporto è un elemento indispensabile per il futuro trasferimento del traffico merci dalla strada su rotaia.

"L'interporto Isola della Scala diventerà indispensabile soprattutto una volta ultimata la Galleria di Base del Brennero. L'interporto ‘quadrante Europa’ non basterà più in futuro: per questo occorre assolutamente definire il finanziamento dell'interporto di Isola della Scala nell'ambito del prolungamento della concessione per l'autostrada", sottolinea il Presidente della Camera di commercio, Michl Ebner.

Senza l'interporto a Isola della Scala i vantaggi della Galleria di Base del Brennero si ridurrebbero drasticamente; per questo il Presidente della Camera di commercio è dell'avviso che - allo stato attuale - il contratto per il prolungamento della concessione dell'autostrada non debba essere sottoscritto. A queste condizioni perfino l'alternativa di una gara europea per la concessione dell’A22 sarebbe più ragionevole.