TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Nuovo insediamento produttivo CNA-SHV in via Einstein, parte il Consorzio Green. Investimento da 8 milioni di euro. Spazi per 5 grandi aziende, altre 15 ditte in lista d'attesa

Il quattordicesimo insediamento produttivo targato CNA-SHV (il primo risale al 1985) si chiama Consorzio Green, sorgerà in via Einstein, tra via Gebert Deeg e il verde agricolo, prevede un investimento di 8 milioni di euro, costo del terreno compreso, da parte delle imprese che si insedieranno. I lavori di costruzione cominceranno la prossima estate e si concluderanno entro la fine del 2020. Troveranno posto 3 aziende di grandi dimensioni e 2 di medie dimensioni. Oggi (15 aprile 2019), nella sede di CNA-SHV, si è tenuta la prima riunione del cda del Consorzio Green, presieduto dall’imprenditore Sandro Saoncella, per tutti gli adempimenti necessari all’avvio della costruzione, in attesa della concessione edilizia da parte del Comune.

“Una casuale inversione di tendenza rispetto ai nostri precedenti consorzi – spiega Gianni Sarti, responsabile degli insediamenti produttivi CNA-SHV – progettati per aziende medie e piccole. Stavolta stiamo realizzando un consorzio con 5 aziende in tutto, di dimensione media e grande. Ma in lista d’attesa, a differenza degli anni di paralisi sugli insediamenti produttivi a causa della crisi, abbiamo già 15 aziende di piccole dimensioni in lista d’attesa, le quali parteciperanno al bando che la Provincia pubblicherà in estate per un terreno in zona via Einstein. Anche gli investimenti sugli immobili aziendali finalmente sono ripartiti”.

Il presidente di CNA-SHV, Claudio Corrarati, aggiunge: “L’Unione Artigiani esprime grande soddisfazione per l’avvio del nuovo consorzio, le nostre imprese hanno voglia di crescere e investire sul territorio per sviluppare business. Gli enti pubblici facciano la loro parte per agevolare gli investimenti privati, trovando una soluzione per contenere il costo dei terreni da destinare agli insediamenti produttivi e per calmierare il mercato degli affitti di appartamenti. Il Consorzio Green creerà 40 nuovi posti di lavoro, ma le aziende faticano a trovare personale soprattutto per i costi dell’abitare a Bolzano e dintorni”.

Il Consorzio Green sorgerà su un’area di 5.544 mq, una superficie edificabile di 3.880 mq pari a 66.528 metri cubi, di cui massimo 13.305 metri cubi di terziario. L’altezza massima sarà di 24 metri. “Il nome Green – precisa il progettista, l’architetto Roberto palazzi – è quanto mai azzeccato, visto che sorgerà un insediamento produttivo CasaClima A per uffici, alloggi di servizio e tutte le parti produttive in cui è possibile garantire l’elevato standard di consumo energetico. Avrà tetti verdi estensivi e intensivi, sarà collegato al teleriscaldamento e verrà costruito con altri dettagli tecnici che lo renderanno un gioiellino architettonico per i consumi energetici e l’ecocompatibilità”.

Il presidente del neonato Consorzio Green, Sandro Saoncella, lancia un appello a Provincia e Comune: “Trovare sedi produttive a Bolzano non è mai stato facile. Stavolta, però, in soli 8 mesi siamo riusciti ad ottenere il terreno e a creare il consorzio. Siamo pronti per investire e costruire. Gli enti pubblici ci sostengano garantendo una burocrazia essenziale, efficiente e rapida. La buona riuscita del Consorzio Green sarà uno stimolo per le micro, piccole e medie imprese che vorrebbero investire ma, scottati dalla crisi, temono di non farcela”.