TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Telecamere in Bassa Atesina, CNA apprezza l’esito della gara. Corrarati: “Grazie al confronto da noi stimolato, le piccole imprese hanno sviluppato sinergie per partecipare all’appalto e vincerlo"

La CNA-SHV esprime soddisfazione per la notizia, diffusa dal presidente del Comprensorio Oltradige e Bassa Atesina, relativa al bando di gara da 1,2 milioni di euro per l'installazione di oltre 100 telecamere di videosorveglianza in 18 Comuni: l'offerta ritenuta più vantaggiosa sarebbe quella di un'Associazione temporanea di imprese (ATI) altoatesina.

"Siamo contenti del fatto che due ATI altoatesine - afferma Claudio Corrarati, presidente dell'Unione Artigiani Altoatesini - abbiano partecipato alla gara per installare le telecamere in Bassa Atesina e una delle due è risultata prima in classifica e sta per ottenere l'incarico. Dopo il confronto che abbiamo promosso con l'Amministrazione comprensoriale, le nostre ditte hanno studiato ogni forma possibile di sinergia e ogni procedura necessaria per partecipare all'appalto e vincerlo. Non si tratta di avvalorare o sconfessare quanto sostenuto da CNA-SHV al momento della pubblicazione del bando, visto che il nostro obiettivo era e rimane quello di riuscire a costruire, insieme agli enti pubblici, uno sviluppo economico del territorio che possa essere basato anche aziende locali, tramite un sistema di appalti adatto alle caratteristiche di micro, piccole e medie imprese".

"Ci siamo spesi e continuiamo a farlo - prosegue Corrarati - affinché non ci sia contrapposizione tra stazioni appaltanti pubbliche, associazioni di categoria e aziende. Semmai cerchiamo di collaborare per il bene comune. La ricchezza di un territorio si fa anche con investimenti a misura delle possibilità delle nostre aziende".