TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Emissione delle carte tachigrafiche: la Camera di commercio di Bolzano si impegna per una soluzione

Dal 15 giugno, in base a una nuova normativa europea, non potranno più essere rilasciate carte tachigrafiche della vecchia generazione. Il produttore delle nuove carte tachigrafiche per l’Italia non le ha potute consegnare a causa di problemi tecnici. Dalla settimana prossima verranno consegnate le carte per le quali era stato chiesto il rinnovo.

Dal 15 giugno tutti i veicoli industriali di nuova immatricolazione, per i quali è previsto l’obbligo di installazione del cronotachigrafo devono essere dotati del tachigrafo digitale di nuova generazione, che servirà, tra l’altro, per rilevare nel miglior modo possibile i tempi di riposo e la velocità.

La norma prevede, inoltre, che a partire dalla stessa data non potranno più essere rilasciate carte tachigrafiche di vecchia generazione, che saranno comunque valide fino alla loro scadenza quinquennale.

Le Camere di commercio sono soggetti abilitati alla consegna delle carte tachigrafiche. A causa di problemi tecnici nella produzione delle nuove carte, il produttore responsabile per le carte a livello nazionale non è stato in grado di consegnare tempestivamente le nuove carte conformi alla normativa comunitaria. Tale ritardo ha provocato notevoli disagi in tutta Italia.

Da ieri sono disponibili, finalmente, le prime carte di nuova generazione. Dall’8 luglio sono arrivate alla Camera di commercio le prime carte per gli autotrasportatori che avevano richiesto la sostituzione, per smarrimento o per malfunzionamento, delle carte.

Dalla settimana prossima verranno consegnate le carte per le quali era stato chiesto il rinnovo.