TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Stazioni appaltanti da riqualificare, accolte le proposte CNA. Corrarati: "Stop a interpretazioni diverse per ogni gara. Elenco standard di iter e documenti"

Appalti a misura di micro e piccole imprese, con percorsi burocratici snelli e uniformi in tutto l’Alto Adige. Sono state accolte dalla Provincia Autonoma di Bolzano le proposte che CNA-SHV ha formulato a più riprese alla Giunta provinciale affinché venga qualificato il personale pubblico che si occupa di gare d’appalto e vengano uniformati le conoscenze e gli iter procedurali.

La Giunta provinciale ha infatti approvato la nuova disciplina per la qualificazione delle stazioni appaltanti. I Responsabili Unici di Procedimento dovranno in futuro essere formati con un percorso specializzato.

“Occorre evitare – afferma Claudio Corrarati, presidente della CNA-SHV - quanto accade oggi, ovvero una miriade di interpretazioni diverse delle norme, dei criteri e delle procedure da parte delle stazioni appaltanti, che per le aziende si traducono in burocrazia non produttiva. Chiediamo che vengano coinvolte le Associazioni di categoria per stilare un elenco standard di documenti da chiedere alle aziende che partecipano alle gare e che, una volta forniti gli atti all’amministrazione pubblica tramite canali digitali, non si debbano inviare nuovamente gli stessi file alle diverse stazioni appaltanti ogni volta che un’impresa partecipa ad un appalto. Crediamo che la documentazione debba avere una validità di almeno un anno dal primo invio al sistema pubblico degli appalti”.