TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

La migliore startup del Nordest è la Papwa di Udine. Vince il Premio Cambiamenti CNA Triveneto e va alla finale nazionale. Corrarati: "Necessaria una sinergia tra parchi tecnologici e incubatori delle tre regioni"

Papwa srls, azienda con sede a Buttrio (Udine), è la migliore startup del Nordest. Si è aggiudicata ieri sera, nel corso del Premio Cambiamenti 2019 Nordest che si è svolto al Barco Teatro di Padova, il primo premio della finale del Triveneto organizzata da CNA Veneto, CNA Trentino Alto Adige e CNA Friuli Venezia Giulia.

“Cambiamenti 2019” è il premio nazionale al pensiero innovativo delle nuove imprese italiane, giunto alla quarta edizione con un record di quasi mille partecipanti. Ieri sera, a Padova, si è svolto il contest del Triveneto. Si sono iscritte, quest’anno, 37 start-up (10 dal Trentino Alto Adige, 23 dal Veneto, 4 dal Friuli Venezia Giulia), delle quali 18 sono state ammesse alla finale interregionale (5 dal Trentino Alto Adige, 9 dal Veneto e 4 dal Friuli Venezia Giulia).

Al contest conclusivo, ieri sera, hanno partecipato 13 start-up, ciascuna delle quali ha avuto 3 minuti di tempo per presentarsi, mentre i giurati, presieduti da Luca Iaia, coordinatore del Premio Cambiamenti, analizzavano le schede delle singole aziende e assegnavano i punteggi in base alla presentazione, valutando originalità, grado di innovazione, capacità di rispondere a esigenze e bisogni del mercato, competitività, vantaggio strategico, sostenibilità e impatto sociale, ambientale e culturale generato.

La migliore startup è risultata Papwa (Product Against Plastic WAste), che propone, come ha spiegato Monica Andreazzo, una dei tre soci dell’impresa, una combinazione tra imballaggi riutilizzabili dotati di tag in radiofrequenza, servizi di lavaggio industriale e servizi logistici nel settore della Grande distribuzione organizzata, destinati alla vendita di prodotti freschi e freschissimi. L’azienda si basa sull'uso di imballaggi riutilizzabili in sostituzione di quelli monouso. Una volta consumato il prodotto, gli imballaggi vengono restituiti al supermercato il quale ne rimette a disposizione altri lavati.

Monica Andreazzo ha ricevuto da Claudio Corrarati, presidente della CNA Trentino Alto Adige e coordinatore di CNA Nordest, da Alessandro Conte, presidente di CNA Veneto, e da Luca Montagnin, presidente di CNA Padova, il premio per il primo posto, ovvero un voucher di mille euro spendibile presso il circuito Idea Shopping Blue. Papwa viene ammessa di diritto alla finale nazionale del 28 novembre, che prevede per il primo classificato un premio di 20.000 euro in denaro o come primo investimento in un crowdfunding, una settimana di vacanza per due persone in una struttura Bluserena; al 2° e 3° classificato andranno 5.000 euro in contanti o come primo investimento in un crowdfunding.

Per la finale nazionale possono essere ripescate alcune le start-up che hanno partecipato al contest di ieri e che hanno ottenuto punteggi elevati e valutazioni eccellenti: Società Agricola Moldi (Belluno), Garda Gift–Gardamore (Bolzano), HBI (Bolzano), Naturalsalus (Bolzano), Plumber (Padova), D2O ArtLab (Padova), Garage Design 24 (Padova), SiWeGo (Rovereto), Global Interior (Treviso), Lovenergi-Watly (Udine), 3R Italia (Udine), Recensioni OK (Trento).

Il Premio cambiamenti Nordest è stato aperto da Alessandro Conte, presidente di CNA Veneto, che ha sottolineato come la capacità innovativa delle PMI sia la vera forza del Nordest”.

Roberto Marcato, assessore allo Sviluppo economico della Regione Veneto, ha aggiunto: “L’innovazione è l’elemento di qualità delle nostre imprese che, all’inizio della crisi, sono state criticate perché dimensionalmente troppo piccole e non in linea con il modello Nordovest. I fatti hanno dimostrato, oltre 10 anni dopo, che le PMI del Nordest, che per il 97% hanno meno di 10 addetti, hanno reagito innovando e rimanendo competitive, facendo ancora una volta delle nostre regioni il motore economico dell’Italia, con la maggior crescita e la minor disoccupazione”.

Claudio Corrarati, coordinatore di CNA Nordest e presidente di CNA Trentino Alto Adige, ha concluso il contest auspicando “una maggior sinergia tra i parchi tecnologici e gli incubatori di start-up del Nordest, proprio come sta facendo CNA che mette insieme il meglio delle tre regioni. Puntando sui filoni imprescindibili come la green economy e le infrastrutture digitali, ma valorizzando soprattutto le persone, gli imprenditori, le loro idee”.

Nella foto: Monica Andreazzo riceve il primo premio di “Cambiamenti Nordest 2019” da Luca Iaia (CNA nazionale), Claudio Corrarati (CNA Trentino Alto Adige), Alessandro Conte (CNA Veneto), Luca Montagnin (CNA Padova) e Matteo Ribon (CNA Veneto).