Logo
Print this page

CNA Trentino Alto Adige: ritenute negli appalti, con le nuove norme si rischia la paralisi. Abolire le novità o rinviare l'applicazione a luglio

CNA - insieme a alle organizzazioni di Rete Imprese Italia, ABI, ANCE, Assonime, Confindustria - ha scritto al Ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, per chiedere la soppressione delle nuove regole in materia di ritenute negli appalti o, almeno, di procrastinarne l’entrata in vigore al 1° luglio 2020, applicandole ai contratti stipulati dal 1° gennaio 2020. Ne dà notizia CNA Trentino Alto Adige.

“Ci sono ancora molti profili – questa la posizione delle associazioni economiche - che richiedono ulteriori approfondimenti per consentire l’adeguamento dei processi gestionali e amministrativi, sia delle imprese committenti sia di quelle esecutrici. Infatti poter confidare su un quadro regolatorio chiaro in tutti gli aspetti è un presupposto imprescindibile per consentire alle imprese di riorganizzare, una volta per tutte, i processi amministrativi e gestionali e di eseguire correttamente i nuovi adempimenti che, altrimenti, si pretenderebbe di ottenere al buio dal prossimo 17 febbraio”.

Molte imprese – conferma la CNA Trentino Alto Adige - segnalano il concreto pericolo che la nuova disciplina possa bloccare l’attività di interi settori.

“È necessario inoltre un sistema automatizzato e digitalizzato di rilascio dei certificati per evitare il rischio ingolfamento degli Uffici territoriali dell’Agenzia delle Entrate. Il mondo imprenditoriale rinnova, ancora una volta, la disponibilità ad individuare soluzioni alternative che, a parità di efficacia, evitino oneri spropositati a carico delle imprese”.

FaLang translation system by Faboba
© 2014 CNA-SHV service soc. coop – via Righi 9, Bolzano – Reg.Impr.-C.Fisc.-P.Iva 01055580219 – Reg.Prov.Coop.N.A145544 – PEC cnashvservice.bz@cert.cna.it