TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Accordo con le banche, per i finanziamenti in essere previsti la sospensione delle rate o l'allungamento. CNA Trentino Alto Adige: procedure snelle e rapide

  • Published in Credito

CNA Trentino Alto Adige rende noto che CNA, insieme alle altre associazioni di rappresentanza firmatarie dell’Accordo per il credito 2019, ha concordato con ABI l’estensione della misura “Imprese in Ripresa 2.0”. Viene così estesa ai finanziamenti attivati al 31 gennaio 2020 la possibilità di chiedere la sospensione delle rate o l’allungamento della scadenza degli stessi. La moratoria è riferita ai finanziamenti alle micro, piccole e medie imprese danneggiate dall’emergenza epidemiologica “COVID-19”.

“La sospensione del pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti – spiega la CNA regionale - può essere chiesta fino ad un anno. La sospensione è applicabile ai finanziamenti a medio lungo termine, anche perfezionati tramite il rilascio di cambiali agrarie e alle operazioni di leasing. In questo secondo caso, la sospensione riguarda la quota capitale implicita dei canoni di leasing. Per le operazioni di allungamento, è invece previsto che l’estensione della durata del finanziamento possa arrivare fino al 100% della durata residua dell’ammortamento”.

Nell’addendum è stato inoltre previsto che le banche, al fine di assicurare massima tempestività nella risposta, accelerino le procedure di istruttoria e ancora, ove possibile, applichino misure di maggior favore per le imprese rispetto a quelle previste nell’Accordo stesso.

Insieme ad ABI si è inoltre condiviso la necessità di potenziare ed ampliare l’operatività del Fondo di Garanzia per le PMI, e di individuare misure aggiuntive per agevolare l’accesso al credito, nonché la necessità di promuovere azioni volte a modificare alcune misure introdotte dalle Autorità europee per salvaguardare i patrimoni delle banche, che finiscono però con generare effetti nefasti su famiglie e imprese.

“Adesso – aggiunge Claudio Corrarati, presidente della CNA Trentino Alto Adige – è opportuno che ci sia al più presto un incontro con ABI dell’Alto Adige e del Trentino per verificare e concordare le forme di applicazione sul territorio. Le associazioni economiche si stanno muovendo in tal senso”.