TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

COVID-19 - Fase 2: accordo per la gestione transitoria dell’emergenza tra CNA-SHV, lvh.apa, Assoimprenditori e sindacati

In preparazione alla cosidetta "Fase 2", questa mattina, tra le organizzazioni sindacali CGIL/AGB, SGB CISLUIL-SGK ASGB, e le associazionidatoriali Assoimprenditori Alto Adige LVH/APA, e CNA/SHV, è stato firmato l' Accordo per la gestione transitoria dell'emergenza COVID-19 nelle imprese produttive.
L'accordo firmato e il relativo allegato sono stati inviati al Commissario del Governo e al Presidente della Provincia.   

Il testo dell'accordo

Premesso che

  • È obiettivo prioritario garantire la salute dei cittadini. In questo ambito è indispensabile coniugare la prosecuzione delle attività produttive con la garanzia di salubrità e sicurezza degli ambienti di lavoro e delle modalità lavorative;
  • In data 14 marzo è stato sottoscritto il “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” (di seguito “Protocollo”);
  • Il “Protocollo” definisce in maniera dettagliata gli obblighi e le misure da adottare per garantire la prosecuzione delle attività all’interno degli stabilimenti produttivi in massima sicurezza per tutti i lavoratori e le lavoratrici;
  • Va favorito il confronto costante tra le parti sociali affinché eventuali ulteriori misure preventive vengano condivise e rese più efficaci dal contributo dell’esperienza delle persone che lavorano e delle loro rappresentanze. In questo senso le parti si incontreranno settimanalmente (eventualmente anche a livello di categoria) per valutare lo stato di applicazione del presente accordo.

Le parti firmatarie convengono che:

  • Il perimetro di riferimento dell’accordo riguarda le attività consentite con DPCM 22.3.2020 aggiornato con Decreto Ministro dello Sviluppo Economico 25.3.2020 e recepito dalle Ordinanze 12/2020 e 15/2020 del Presidente della Provincia e successivi provvedimenti
  • E’ importante prepararsi alla cd. “Fase 2” di ripartenza generale della produzione, ed è a tal fine importante che in tutti i luoghi di lavori ci si confronti all’interno dell’Azienda per arrivare alla condivisione di un protocollo aziendale per la gestione transitoria dell’emergenza Covid- 19

Per poter svolgere l’attività

  • Le imprese insieme alle rappresentanze sindacali aziendali (RSU o RSA) presenti nei luoghi di lavoro, elaborano un “Protocollo aziendale” in cui sono contenute le misure operative necessarie per dare attuazione al “Protocollo” ed eventuali misure aggiuntive. Le RSU e le RSA si potranno a tal fine avvalere dell’assistenza delle organizzazioni sindacali territoriali di categoria maggiormente rappresentative.
  • Le imprese prive delle rappresentanze di cui sopra, insieme ad un Comitato di lavoro - in cui sono rappresentati anche i lavoratori, con l’assistenza, ove richiesta, delle organizzazioni sindacali territoriali di categoria maggiormente rappresentative - elaborano un “Protocollo aziendale” in cui sono contenute le misure operative necessarie per dare attuazione al “Protocollo” ed eventuali misure aggiuntive. Dell’avvenuta elaborazione di tale documento ne viene data informativa alle organizzazioni sindacali territoriali di categoria che potranno eventualmente chiedere la verifica dell’effettiva applicazione in azienda.
  • Il “Protocollo aziendale” viene condiviso anche con il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS), il Responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP) e con il medico competente.
  • Al fine di favorire la massima attuazione al presente accordo quadro si allega un modello di protocollo aziendale che potrà essere utilizzato per adattarlo alla rispettiva realtà aziendale.
  • L’impresa, attraverso le modalità ritenute più idonee ed efficaci, informa tutti i lavoratori circa le misure previste e gli eventuali aggiornamenti.

Le parti firmatarie si impegnano a confrontarsi regolarmente per monitorare l’applicazione del presente accordo.

ACCORDO TRA LE PARTI SOCIALI

BOZZA DI ACCORDO AZIENDALE