TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Dibattito tra imprenditori e candidati sindaco: "La Merano che vogliamo". Rete Economia-Wirtschaftsnetz annuncia la nascita della sezione meranese. Evento nella sede del WineFestival a Cermes

Rete Economia-Wirtschaftsnetz (la piattaforma di coordinamento tra CNA-SHV, Confesercenti, Coopbund e CooperDolomiti attiva da 7 anni) annuncia la nascita della sezione meranese e lo fa con una apprezzata tavola rotonda tra i candidati sindaco di Merano.

Partner dell’evento, che si è svolto ieri 8 settembre, è stato Helmuth Köcher, patron del Merano WineFestival, che ha ospitato l’incontro nella sua sede di Cermes: “Stiate buoni giardinieri – ha detto Köcher ai candidati – affinché nel terreno da voi lavorato cresca, forte e sano, l’albero dell’economia. La Merano ricca che conosciamo è figlia dell’intuizione del sindaco Valentin Haller che, a metà dell’800, portò avanti la vocazione turistica. Riscopriamo il passato per progettare il futuro”.

Un consiglio, quello di Köcher, che i sette partecipanti hanno accolto con interesse. Erano presenti il sindaco uscente Paul Rösch (Verdi, Team K e Sinistra Ecosociale), Richard Stampfl (Svp), Dario Dal Medico (Civica per Merano e Alleanza per Merano), Daniela Rossi Saretto (Partito Democratico), Ilenia Nero (Fratelli d’Italia), Peter Enz (Die Freiheitlichen) e Christoph Mitterhofer (capolista di Südtiroler Freiheit, presente al posto del candidato sindaco Reinhild Campidell).

Moderatore della serata è stato Raoul Ragazzi, vicepresidente di Confesercenti e rappresentante di Rete Economia nel NOI Techpark. Suo il format della serata, molto apprezzato dai candidati e dai partecipanti. Cinque imprenditori, in rappresentanza di altrettanti settori, hanno posto, in 90 secondi ciascuno, quesiti molto precisi. I candidati, anche loro in 90 secondi, hanno esposto i loro “impegni”. Il commerciante Simone Ciaglia ha tenuto il cronometro. Finiti i 90 secondi, l’applauso del pubblico ha troncato ogni intervento, creando anche momenti di scherzo che hanno reso “allegra” la serata.

Claudio Corrarati, coordinatore di Rete Economia-Wirtschaftsnetz, ha annunciato la nascita della sezione Merano e Burgraviato “per dar voce a migliaia di micro, piccole e medie aziende”. Ha anche invitato i candidati ad attivare “un percorso costante con il mondo economico una volta formata la giunta, affinché le decisioni vengano prese insieme e non imposte dalla politica”.

Paolo Ferrazin, vetraio (CNA-SHV), ha chiesto che il Comune trovi spazio in tutte le zone residenziali per l’artigianato di servizio,  fermando la tendenza a dirottare queste attività ai margini della città. Ha anche sollecitato un riassetto della commissione edilizia e della commissione urbanistica perché, adesso, le pratiche hanno tempi lunghissimi.

Federico Tibaldo, agente di commercio (Confesercenti), ha auspicato interventi a sostegno del commercio di vicinato fuori dal centro storico, a cominciare dai parcheggi gratis per 30 minuiti, ed iniziative o eventi che rivitalizzino i quartieri.

Andrea Grata, cooperatore (CooperDolomiti), ha posto l’obiettivo della coesione sociale attraverso scelte urbanistiche che agevolino la realizzazione di alloggi a prezzi calmierati e forme di co-housing per giovani e anziani. Ha anche chiesto un piano comunale equilibrato per l’utilizzo dell’areale delle caserme.

Franco Nietsch, ambulante (Confesercenti), ha chiesto risposte certe sul futuro dei due eventi nel centro città e su quello del venerdì in piazza Prader.

Umberto Carrescia, cooperatore (Coopbund), ha auspicato un tavolo permanente tra Cooperazione e Comune per individuare tutti i settori in cui le cooperative possono farsi carico di attività oggi gestite dall’ente pubblico, dall’assistenza sociale alla cultura, dallo sport agli eventi.

I candidati sindaco hanno esposto le loro idee sui quesiti posti, condividendo l’impostazione di Rete Economia per una Merano smart, green, turistica, vocata al lavoro, commerciale, coesa, accogliente che valorizzi la mobilità produttiva, il capitale umano, le piccole imprese, il welfare sociale, la necessità di dare valore al tempo.

Dopo la tavola rotonda, i rappresentanti del mondo economico ed i candidati sindaco hanno potuto approfondire i singoli punti davanti a bicchieri di ottimo vino e a un saporito piatto di pasta offerti da Helmuth Köcher.

Foto: La tavola rotonda di Rete Economia-Wirtscthaftsnetz con i candidati sindaco di Merano, organizzata nella sede del Merano WineFestival a Cermes (foto Monica Marabese)

Rete Economia - WirtschaftsNetz (RE/WN) è il coordinamento che associa CNA-SHV, Confesercenti, Coopbund e CooperDolomiti.  Nato a giugno 2013, dopo un percorso di avvicinamento e di condivisione di obiettivi strategici per la nostra economia da parte delle Associazioni di categoria e delle Centrali cooperativistiche, RE/WN si occupa delle tematiche istituzionali di interesse per il territorio, con particolare riguardo al fondovalle e ai principali centri urbani della provincia, partendo dal Capoluogo. Le quattro associazioni datoriali rappresentano 7.000 imprese e 16.000 addetti di svariati settori economici e del terzo settore. Rappresentanti di RE/WN sono impegnati in numerosi enti e organismi istituzionali, operanti in settori chiave del nostro tessuto economico, portando avanti le esigenze, le istanze e le proposte del Coordinamento e delle relative imprese aderenti.