TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

CNA Trentino Alto Adige: "Risorse al fondo per l’artigianato, ritardi intollerabili. Tanti lavoratori senza reddito"

“È del tutto ingiustificato e intollerabile il ritardo da parte dei ministeri competenti nel trasferimento delle risorse previste dal Decreto “Agosto” (D.L. 14 agosto 2020, n. 104, entrato in vigore il 15 agosto) al fondo di solidarietà bilaterale per l’artigianato FSBA”. Lo afferma CNA Trentino Alto Adige, condividendo la presa di posizione di CNA nazionale.

“Si tratta di una situazione grave – afferma il presidente regionale Claudio Corrarati - che ha portato all’esasperazione imprese e lavoratori che, dal mese di maggio, non ricevono le prestazioni di sostegno al reddito per la riduzione dell’attività lavorativa a causa del COVID 19. Si tratta di centinaia di aziende in regione, molte delle quali hanno anticipato la prestazione ai lavoratori e adesso sono scoperte in banca. Molti lavoratori, in mancanza di anticipo, non hanno invece percepito alcun sostegno al reddito”.

“In mancanza di risorse, FSBA, che ha già utilizzato tutte le proprie disponibilità – prosegue CNA - non è in grado di evadere le richieste ricevute nei mesi scorsi. L’entità del fenomeno è davvero rilevante: più di 423.000 lavoratori di 150.000 imprese in Italia sono ancora in attesa di ricevere i trattamenti dei mesi di maggio, giugno e luglio. Questo ritardo, che non è certo imputabile al Fondo, che con grande generosità ed efficienza ha invece dimostrato di essere pienamente all’altezza del proprio compito, rischia di vanificare quanto di buono è stato fatto dall’azione governativa sul fronte del sostegno al reddito”.