TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Aiuti provinciali Covid-19 alle imprese: adeguamenti sui costi fissi

La Giunta Provinciale fa chiarezza sugli aiuti Covid-19 per le imprese, che possono essere richiesti fino al 30 settembre.

Tetto massimo per i costi fissi

Nella seduta del 24 agosto, la Giunta provinciale ha approvato delle modifiche ai criteri “Covid-19 – aiuti alle imprese parametrati ai costi fissi”. Le modifiche approvate hanno lo scopo di eliminare le ambiguità esistenti e poter fornire così alle imprese un sostegno preciso e mirato.

Un’ulteriore modifica riguarda il tetto massimo dei costi fissi dell’anno 2020. Le imprese dei settori particolarmente colpiti, ad esempio l’industria dei servizi per gli eventi, le società di noleggio auto o i fornitori di servizi per viaggio, hanno diritto a un sussidio per l’importo dei costi fissi effettivi, basati sull’anno 2020. Con la decisione approvata, sono stati specificati i parametri per il tetto massimo relativo ai costi fissi, soprattutto per fare chiarezza con i sussidi già elargiti per i settori particolarmente colpiti. Le domande possono essere presentate fino al 30 settembre 2021.

Operatori economici che svolgono l’attività in forma individuale

I lavoratori autonomi, i liberi professionisti e gli imprenditori individuali che percepiscono un reddito aggiuntivo (ad esempio tramite un lavoro part-time, una pensione o un reddito da locazione) erano precedentemente esclusi dal contributo per i costi fissi. Con la modifica approvata, gli operatori economici che svolgono l’attività in forma individuale sono equiparati a coloro che la svolgono in forma di società. Possono quindi richiedere il contributo per costi fissi, a condizione che il reddito proveniente da attività non commerciali non superi un determinato limite.

ma