TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Contributi della Provincia di Bolzano per i settori economici più colpiti dal Covid-19. Verifica se rientri tra i beneficiari

Per imprese che sono state particolarmente penalizzate dalle misure di contenimento dell’emergenza e che necessitano di un ulteriore supporto per poter essere accompagnate fino al completo superamento degli effetti della pandemia, la Giunta provinciale ha adottato un ulteriore misura di sostegno, anche su richiesta di CNA-SHV.

La domanda di sussidio dev’essere inviata all’indirizzo PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (per l’attività di “altri trasporti terrestri di passeggeri”) oppure all’indirizzo PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (per tutte le altre attività ammissibili) entro il 31 maggio 2022.

Possono beneficiare dei sussidi libere/liberi professionisti, lavoratrici/lavoratori autonomi nonché soggetti esercenti attività di impresa, che svolgono in provincia di Bolzano una o più delle seguenti attività economiche (inizio attività prima del 1° gennaio 2021):

  • gestione di palestre - codice ATECO 93.13.00
  • corsi sportivi - codice ATECO 85.51.00, limitatamente ai corsi sportivi svolti nell’ambito di palestre e centri fitness
  • corsi di danza - codice ATECO 85.52.01
  • attività diverse ma riconducibili per tipologia alle stesse e comunque strettamente attinenti alla categoria delle attività motorie svolte in ambienti chiusi, quali yoga o pilates
  • attività delle agenzie di viaggio, iscritte nel registro delle agenzie viaggi della Provincia autonoma di Bolzano, e tour operator - codice ATECO 79.1
  • discoteche, sale da ballo e simili - codice ATECO 93.29.1
  • imprese che svolgono attività strettamente attinenti allo svolgimento di prestazioni e servizi forniti in occasione di eventi e manifestazione
  • altri trasporti terrestri di passeggeri - codice ATECO 49.31, 49.32 e 49.39.09.

Ammontare del sussidio per le imprese:

  • 40 per cento dei costi fissi annuali di cui all’articolo 4, nel caso di un calo di fatturato complessivo dell’impresa nel periodo dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021, dal 50 al 60 per cento, rapportato allo stesso periodo dell’anno 2019
  • 60 per cento dei costi fissi annuali di cui all’articolo 4, nel caso di un calo di fatturato complessivo dell’impresa superiore al 60 per cento e fino a un massimo del 70 per cento nel periodo dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021, rapportato allo stesso periodo dell’anno 2019
  • 70 per cento dei costi fissi annuali di cui all’articolo 4, nel caso di un calo di fatturato complessivo dell’impresa superiore al 70 per cento nel periodo dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021, rapportato allo stesso periodo dell’anno 2019

Ammontare del sussidio per le imprese con l’attività “altri trasporti terrestri di passeggeri che non hanno beneficiato dei sussidi concessi ai sensi della delibera della Giunta provinciale n. 699 del 15 settembre 2020:

  • 40 per cento dei costi fissi annuali di cui all’articolo 4, nel caso di un calo di fatturato complessivo dell’impresa nel periodo dal 1° marzo 2020 al 31 agosto 2020, superiore al 60 al 70 per cento, rapportato allo stesso periodo dell’anno precedente
  • 60 per cento dei costi fissi annuali di cui all’articolo 4, nel caso di un calo di fatturato complessivo dell’impresa nel periodo dal 1° marzo 2020 al 31 agosto 2020, superiore al 70 per cento fino ad un massimo dell’80 per cento, rapportato allo stesso periodo dell’anno precedente
  • 70 per cento dei costi fissi annuali di cui all’articolo 4, nel caso di un calo di fatturato complessivo dell’impresa nel periodo dal 1. Marzo 2020 al 31 agosto 2020 superiore all’80 per cento, rapportato allo stesso periodo dell’anno precedente

Il sussidio non potrà superare il limite di 80.000 euro per impresa autonoma o associata ai sensi dell’allegato I del regolamento (UE) n. 651/2014.

Il sussidio non potrà comunque superare il totale dei costi fissi relativi all’intero anno 2021, rispettivamente dell’anno 2020 per le imprese di cui all’art. 3, comma 3, lett. d).

Per le imprese richiedenti che hanno iniziato l’attività a decorrere dal 1° gennaio 2020 il sussidio è determinato nella misura del 30 per cento dei costi fissi per l’anno 2021. Il sussidio non può comunque essere superiore alla perdita di esercizio del periodo considerato.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI CLICCA QUI

Domanda COVID-19 – Sussidi a imprese operanti in settori economici particolarmente colpiti – anno 2022

Elenco costi fissi ammissibili