TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Forfettari, obbligo di fatturazione elettronica dal 1° luglio 2022

Dal 1° luglio 2022 l'emissione della fattura elettronica diventa obbligatoria anche per chi applica il regime forfettario (art. 1 commi 54-89 L. 190/2014) con ricavi 2021, ragguagliati ad anno, "superiori" a 25.000 euro.

Per chi invece nel 2021 ha avuto ricavi/compensi 2021, ragguagliati ad anno, fino a 25.000 euro l'obbligo alla fatturazione elettronica scatterà a partire dal 1° gennaio 2024.

Restano alcuni dubbi operativi su come applicare il limite di esonero e come valutare chi ha aperto o aprirà la partita Iva nel corso del 2022 accedendo al regime forfettario.

Moratoria sanzioni terzo trimestre 2022

 

E’ previsto un periodo "transitorio" dal 1° luglio al 30 settembre 2022. Durante questo periodo non scattano le sanzioni per chi non rispetta i 12 giorni previsti per la trasmissione all’Agenzia delle Entrate delle fatture, se la spedizione viene fatta "entro il mese successivo a quello di effettuazione dell'operazione".

le sanzioni vanno dal 5% al 10% dei corrispettivi non documentati/non registrati, da Euro 250 a Euro 2.000 nel caso in cui la violazione non rileva ai fini della determinazione del reddito, art. 6, comma 2 del D.Lgs.471/1997

Di fatto i nuovi soggetti obbligati alla fattura elettronica per il solo periodo luglio-settembre possono emettere la fattura entro il mese successivo a quello di effettuazione dell'operazione.

Come si emettono le fatture elettroniche?

Le fatture in formato elettronico si compilano su apposite piattaforme informatiche, non vengono inviate direttamente ai clienti, ma allo SDI, il sistema di interscambio dell’Agenzia delle Entrate, che smista le fatture. È necessario dotarsi di un software oppure utilizzare la piattaforma messa a disposizione dall’Agenzia Entrate.