TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

CNA Turismo e Commercio: “Vittoria nostra e del buonsenso. Calciobalilla e ping-pong sono dei giochi d’intrattenimento, non delle slot machine!”

“La pressione di CNA Balneari, dell’intera categoria e dell’opinione pubblica ha avuto la meglio sulla burocrazia. Il Parlamento di fatto ha riconosciuto che calciobalilla e ping-pong non sono slot machine, escludendo quindi il rischio di sanzioni amministrative. Si permette la sopravvivenza di giochi d’intrattenimento familiari tradizionali aprendo così a un’estate più libera per tutti”. Lo si legge in un comunicato di CNA Balneari.

I pubblici esercizi che dispongono di calciobalilla e ping-pong non vanno sottoposti a nuovi obblighi burocratici in quanto si tratta di giochi che notoriamente non prevedono vincite in denaro. A chiederlo era stata CNA Turismo e Commercio.

Questi nuovi obblighi sono previsti da una determina direttoriale dell’Agenzia delle Accise, delle Dogane e dei Monopoli che impone a quanti dispongono di calciobalilla e ping-pong di produrre una documentazione ulteriore che dimostri come questi giochi abbiano caratteristiche tali da far escludere qualsiasi vincita in denaro. Il rischio è che, per evitare di esporsi a multe salate, i titolari di pubblici esercizi facciano a meno di tipiche attività italiane.

CNA Turismo e Commercio, che già aveva ottenuto una proroga alla entrata in vigore di tale decisione, aveva chiesto adesso, una volta per tutte, che attraverso un provvedimento ad hoc venga stabilita la definitiva esclusione di calciobalilla e ping-pong dalle norme che disciplinano i giochi che prevedono vincite in denaro.

Last modified onVenerdì, 24 Giugno 2022 08:45
Login to post comments