TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Energia, CNA chiede interventi strategici per le PMI

Una serie di proposte sul tema energia sono state messe dalla CNA sul tavolo del Presidente del Consiglio Giorgia Meloni e dei ministri UrsoPichetto Fratin e Fitto. A unirle un filo conduttore: quello di affiancare agli strumenti emergenziali anche “interventi strategici” per consentire alle piccole imprese di partecipare pienamente al percorso della transizione energetica. Nel dettaglio CNA rileva la necessità di sostenere gli investimenti delle piccole imprese per l’installazione di impianti di autoproduzione da fonti rinnovabili, in particolare il fotovoltaico.

“Allungare scadenze sul Superbonus e più risorse contro il caro-bollette”

Rafforzare e calibrare in modo più efficace le misure previste dal DL Aiuti quater sul tema energia, rivedere gli interventi sul Superbonus e maggiori risorse per l’autotrasporto merci. È quanto ha indicato la CNA nel corso dell’audizione davanti alla Commissione Bilancio del Senato nell’ambito della conversione del decreto Aiuti quater. Sul capitolo caro energia, la Confederazione ha sottolineato la necessità che la facoltà di rateizzare le bollette sia estesa a tutto il 2022 e a condizioni favorevoli e che sia esteso anche alle piccole imprese l’acquisto a prezzi calmierati, attraverso il GSE, di energia elettrica e gas. Al tempo stesso va rivista la norma sugli extra-profitti che colpisce in modo iniquo anche i piccoli impianti da rinnovabili destinati all’autoconsumo.

Manovra, apprezziamo la conferma delle misure contro il caro-energia

CNA Trentino Alto Adige valuta positivamente l’impostazione della manovra che concentra le risorse per contrastare l’emergenza provocata dai costi energetici, con una attenzione nei confronti del sistema delle piccole imprese grazie all’incremento del credito d’imposta per il primo trimestre del prossimo anno. Sul fronte del fisco l’estensione del regime forfettario a 85mila euro risponde all’esigenza di semplificazione e nella giusta direzione anche la decontribuzione per le assunzioni e le trasformazioni dei contratti a tempo indeterminato. “Nelle more della definizione del testo sulla Legge di Bilancio – commenta inoltre il presidente regionale Claudio Corrarati – vi è la necessità di correggere il tiro sul Superbonus, a partire dalle nuove norme sulle unifamiliari. Va altresì trovata una soluzione immediata per lo sblocco dei crediti incagliati”.

Energia, bene la proroga del mercato tutelato

CNA guarda con favore alla decisione di Arera di prorogare per l’intero primo trimestre del 2023 il regime di maggior tutela del mercato elettrico. Fino al primo aprile dell’anno prossimo le micro imprese che ancora non hanno scelto un gestore sul mercato libero saranno servite ancora dal proprio esercente con la maggior tutela, alle stesse condizioni assicurando la continuità della fornitura. Si tratta di una platea di quasi 2 milioni di imprese.