TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Segnaletica smart, CNA SHV pronta a dare il proprio supporto per ridurre il traffico

Anno nuovo, problema vecchio: il traffico. Nel dibattito di inizio anno su come “decongestionare” le principali arterie del capoluogo altoatesino CNA-SHV saluta con favore l’apertura dell’assessore alla mobilità del Comune di Bolzano Stefano Fattor nei confronti di una proposta, quella della segnaletica intelligente, che l’associazione porta avanti da tempo.

Alloggi temporanei in zona produttiva, accolte le proposta CNA per facilitare l’arrivo di lavoratori e tutelare gli imprenditori pensionati

Giunge quanto mai opportuna, in questa fase socio-economica dei centri urbani dell’Alto Adige caratterizzata da carenza di alloggi e caro-casa, l’introduzione da parte della Giunta provinciale di importanti novità sugli alloggi in zona produttiva: la possibilità di realizzare nelle zone produttive alloggi temporanei per i lavoratori;  la possibilità di consentirne l’utilizzo non solo ai proprietari di imprese, dai dipendenti e dai loro rispettivi familiari, ma anche in caso di separazione coniugale o di scioglimento del matrimonio, quando l'appartamento di servizio è intitolato o assegnato al coniuge con cui vivono i figli, oppure se la prosecuzione dell'attività è impossibile per motivi di forza maggiore e se ci sono figli economicamente dipendenti nel nucleo familiare del titolare; gli imprenditori e i loro familiari, infine, sono autorizzati a utilizzare un appartamento di servizio se hanno terminato il loro lavoro per motivi validi e, con il nuovo regolamento, anche dopo il pensionamento.

“Sono state accolte le proposte formulate da CNA-SHV”, sottolinea Gianni Sarti, direttore di CNA-SHV, architetto urbanista e responsabile degli insediamenti produttivi CNA. Insediamenti con cui l’Associazione, in 30 anni, ha realizzato 15 consorzi (l’ultimo è il Consorzio Green in via Deeg a Bolzano) per dare una “casa” alle piccole imprese.

CNA-SHV: Bolzano priva di dinamismo, necessario un check-up alla giunta. Sviluppo e urbanistica, dibattito assente

“Per la Giunta e il Consiglio comunale di Bolzano si avvicina il traguardo di metà legislatura. Invitiamo il sindaco Renzo Caramaschi ad avviare, all’inizio del prossimo anno, un check-up approfondito che tenga conto del programma della coalizione redatto a ottobre 2020, degli obiettivi raggiunti e di quelli da raggiungere, dei problemi vecchi irrisolti e di quelli nuovi emersi nell’ultimo anno e mezzo, dei progetti in essere e di quelli in attesa di calendarizzazione. Crediamo sia opportuno valutare l’efficienza e l’efficacia della macchina amministrativa nel suo insieme, sia la parte politica, ovvero assessori e consiglieri, sia quella dirigenziale, a prescindere da nomi e accordi di partito o tra partiti. Senza timori reverenziali verso l’adozione di eventuali correttivi”. Lo afferma Claudio Corrarati, presidente di CNA Trentino-Alto Adige.

Il presidente aggiunge: “Percepiamo, dai quotidiani confronti con gli imprenditori associati, una sensazione di preoccupante staticità su diversi fronti che solo in parte può trovare giustificazione con l’interferenza della pandemia”.

CNA-SHV: "Tariffa rifiuti per le aziende, decisioni non più rinviabili. Inapplicata la normativa nazionale, impensabile far gravare ancora i costi sulle PMI"

“Per il Comune di Bolzano e la società controllata Seab è giunto il momento delle scelte, sia politiche sia gestionali, in merito alla tariffa e al sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti delle imprese. E’ impensabile che i costi dello smaltimento dei rifiuti continuino a grave sulle aziende in maniera iniqua, in quanto la tariffa viene calcolata sui metri quadri occupati anziché sul volumi di rifiuti prodotti e smaltiti. Inascoltate per anni le nostre richieste e proposte, ma ancor più grave è che non venga applicata in Alto Adige la normativa nazionale che consentirebbe alle imprese di abbattere i costi”. Lo afferma Claudio Corrarati, presidente della CNA Trentino Alto Adige, che chiede a tutte le forze politiche presenti in Consiglio comunale, a Bolzano, di valutare seriamente le argomentazioni dell’Associazione.