TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Analisi CNA: i bonus edilizi non soffiano sul caro-materiali

Lo strabismo è un difetto ma nella lettura dei fenomeni economici equivale a un peccato capitale. È il caso dei bonus edilizi sui quali è fiorita una copiosa letteratura di luoghi comuni molto spesso alterando profondamente la realtà.

Gli incentivi all’edilizia così vengono dipinti strumentalmente come la madre di tutti i mali, ignorando il fondamentale contributo alla corsa del Pil dell’anno scorso (oltre un terzo). Negli ultimi mesi il sistema dei bonus è finito sul banco degli imputati in quanto motore della spirale inflazionistica.

Comitato Paritetico Edile, la piattaforma delle conoscenze si amplia

Attiva dal 2014, oggi la piattaforma della conoscenza sulla sicurezza e le norme (www.pfplus.info) conta tra 1500 e 3000 accessi giornalieri da tutto il mondo. Sito che attualmente si legge in 6 lingue e di cui il Comitato Paritetico Edile dell’Alto Adige è stato tra i promotori.

Sempre più apprezzato da professionisti, imprese, lavoratori e istituzioni che, grazie ad esso, possono conoscere in modo semplice e immediato leggi, norme vigenti e linee guida nei vari Paesi membri dell’Europa. Lo sviluppo futuro della piattaforma e il suo ampliamento sono stati i temi al centro dell’incontro internazionale che si è tenuto in questi giorni a Bolzano nella sede del Comitato Paritetico Edile, che all’interno della piattaforma rappresenta l’Italia nel campo della sicurezza, della salute e della prevenzione sul lavoro.

Bonus edilizia. CNA: "E' di nuovo caos. Bloccato il mercato e penalizzate 500 mila imprese delle costruzioni"

La norma del Dl ‘Taglia prezzi’, approvato ieri dal Senato, che introduce l’obbligo per le imprese di possedere un’attestazione SOA per operare nel mercato dei bonus edilizi, ha riportato nell’incertezza cittadini e imprese che ora si trovano in una giungla normativa nella quale hanno difficoltà a districarsi.  

“Come era prevedibile – afferma il presidente di CNA Trentino Alto Adige Claudio Corrarati - il solo annuncio dell’approvazione della norma ha nuovamente bloccato il mercato, dopo le ultime disposizioni che cercano di riattivare le cessioni dei crediti e hanno facilitato l’accesso al beneficio sino al 31 dicembre 2022 per le unità abitative unifamiliari. E’ iniziata la corsa alla ricerca di imprese in possesso di una qualunque delle attestazioni SOA che, peraltro, non rappresenta garanzia assoluta di qualificazione di un’impresa”. 

CNA regionale: "Ecobonus, nuovi paletti inaccettabili, l'obbligo di qualificazione SOA escluderà le piccole imprese e rallenterà i lavori"

“Ancora una barriera burocratica nella travagliata storia degli ecobonus”. CNA Trentino Alto Adige condivide le preoccupazioni di CNA Nazionale e dell’intero mondo dell’artigianato sugli effetti dell’emendamento al DL Crisi Ucraina approvato nella notte il Parlamento.

“La politica – commenta Claudio Corrarati, presidente di CNA Trentino Alto Adige - si assume la responsabilità di escludere circa l’80% di micro e piccole imprese dal mercato della riqualificazione edilizia introducendo nuove e incomprensibili barriere burocratiche”.