TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Limite ai subappalti, l’Ue è contraria. CNA: si corra ai ripari. Corrarati: "Governo e Province autonome, necessaria una soluzione"

Bocciato il tetto del 30% del Codice Appalti, nel frattempo elevato al 40% dallo Sblocca Cantieri.  I limiti al subappalto, presenti nel Codice Appalti italiano,  sono contrari alla normativa europea. Si chiude con la sentenza C-63/18, emessa nei giorni scorsi dalla Corte di Giustizia Europea, il botta e risposta tra Governo italiano e Commissione Ue.

Pressing CNA: ristrutturazioni, sconto in fattura da abolire. Richiesta illustrata al Senato. Serata informativa a Bolzano. Scrinzi: "Pmi penalizzate"

Va abrogata la norma del Decreto Crescita che prevede lo sconto immediato in fattura per i lavori relativi a ristrutturazioni con ecobonus e sismabonus. Lo hanno chiesto i rappresentanti della CNA durante l’audizione della Commissione Industria, commercio e turismo del Senato nell’ambito dell’esame dell’affare assegnato sulle ricadute dei sistemi di incentivazione per la riqualificazione energetica degli edifici sulle filiere produttive di settore. L’argomento è stato discusso ieri sera durante una serata informativa di CNA Costruzioni e CNA Installazione e Impianti a Bolzano.

Stazioni appaltanti da riqualificare, accolte le proposte CNA. Corrarati: "Stop a interpretazioni diverse per ogni gara. Elenco standard di iter e documenti"

Appalti a misura di micro e piccole imprese, con percorsi burocratici snelli e uniformi in tutto l’Alto Adige. Sono state accolte dalla Provincia Autonoma di Bolzano le proposte che CNA-SHV ha formulato a più riprese alla Giunta provinciale affinché venga qualificato il personale pubblico che si occupa di gare d’appalto e vengano uniformati le conoscenze e gli iter procedurali.

Realizzazione di parcheggi sotto gli edifici esistenti. CNA-SHV: chance valida per cittadini, imprese e Comuni. Corrarati: "Quadro normativo chiaro per arginare i ricorsi"

CNA-SHV concorda con le modifiche alla legge sul territorio e paesaggio approvate dalla Giunta provinciale, oltre alla proroga di 6 mesi per l’entrata in vigore, programmata adesso per l’1 luglio 2020. In particolare l’Associazione di artigiani e piccole imprese trova positivo l’articolo che consente la realizzazione di parcheggi nel sottosuolo di edifici esistenti da destinare alle singole unità immobiliari, anche in deroga agli strumenti urbanistici e ai regolamenti edilizi vigenti.