TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Il contingentamento in Tirolo non risolve il problema del traffico

Il Governo tirolese sta valutando di estendere ulteriormente la durata del contingentamento dei mezzi pesanti a Kufstein Nord, che attualmente si verifica dalle ore 5 alle ore 10. Verrà preso in considerazione addirittura un contingentamento giornaliero. La Camera di commercio di Bolzano critica questa iniziativa e sottolinea che deve essere trovata una soluzione che prescinda dai blocchi del traffico dannosi per l’economia.  

CNA Fita Autotrasporto: 334 miliardi di euro soffocati da una giungla di norme

Dalla normativa dell’Unione Europea sull’accesso alla professione di autotrasporti merci per conto terzi alla normativa sociale dell’autotrasporto. Dal trasporto di merci pericolose al contratto di trasporto internazionale di merci su strada. Ma anche il cabotaggio stradale di merci in ambito UE e il regime sanzionatorio nell’autotrasporto di merci. Sono stati questi i temi al centro del convegno “Prospettive giuridiche dell’autotrasporto di merci”, promosso dall’Università di Macerata con la collaborazione di CNA Fita, che si è svolto venerdì 31 maggio a Civitanova Marche.

L’autotrasporto a caccia di nuove leve: 15mila nei prossimi anni

Una naturale camera di compensazione tra interessi settoriali e pubblici, per individuare soluzioni alle criticità e avviare azioni per migliorare la professione del trasportatore di merci su strada. Con l’obiettivo di rendere appetibile alle nuove generazioni un settore che nei prossimi anni sarà in grado di assorbire 15mila nuovi autisti. Questa la visione che il presidente nazionale di CNA Fita, Patrizio Ricci, ha del Comitato centrale per l’albo nazionale delle persone fisiche e giuridiche degli autotrasportatori (in rappresentanza delle Associazioni di categoria), di cui è stato eletto vicepresidente con la totalità dei consensi.

Mezzi pesanti, CNA Fita critica il nuovo Codice della strada: "No alla riduzione di peso dei trasporti eccezionali, poco contro l'abusivismo"

È negativo il giudizio di CNA Fita Trentino Alto Adige sulle proposte di modifica al Codice della strada previste per i mezzi pesanti. “Ciò che emerge e lascia perplessi – afferma Piero Cavallaro, referente regionale di CNA-Fita - è l’assenza di una visione d’insieme, che possa fare da bussola a modifiche equilibrate, in grado di coniugare innovazione e sicurezza, riforma organica del mercato e situazioni consolidate, oltre a liberalizzazioni e legalità”.