TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

CNA Trentino Alto Adige: "Automotive, valorizzare l'intera filiera comprese le PMI. Dai grandi gruppi agli autoriparatori e alle ditte di segnaletica. Strategia che non marginalizzi le piccole imprese"

CNA Trentino Alto Adige condivide il percorso indicato dal Ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, per il rilancio dell’automotive. In particolare la previsione di costituire tre tavoli per la domanda, l’offerta e le infrastrutture con la contestuale indicazione di tempi e obiettivi precisi. A patto che venga valorizzata l’intera filiera, dai grandi gruppi automobilistici alle piccole aziende delle riparazioni e della segnaletica stradale.

Cna e Quattroruote lanciano il progetto "Set Up". Kit personalizzato per gli autoriparatori del futuro. In arrivo 5,5 milioni di auto elettriche

Pronto al via “Set Up, passione per il futuro”, il nuovo progetto firmato da CNA Autoriparazione in collaborazione con «Quattroruote Professional», dedicato al futuro delle officine di autoriparazione. Futuro che vede grandi cambiamenti per il mondo delle automobili. Nei prossimi 10 anni si stima un mercato potenziale tra 1,8 e 5,5 milioni di autoveicoli elettrici. Alto Adige e Trentino sono già capofila della sperimentazione per la mobilità green. Numeri che dimostrano come le nuove tecnologie possano trasformarsi in un’opportunità per il mondo dell’autoriparazione anche nella nostra regione.

Comunicazioni a mezzo posta, agenzie private penalizzate. CNA scrive ai ministri: "Liberalizzazione mancata, tanti posti a rischio"

Numerose imprese in difficoltà dopo avere affrontato costosi investimenti. E migliaia di posti di lavoro a rischio. Tutto ciò perché una liberalizzazione, portata apparentemente a conclusione quasi due anni fa, è rimasta sulla carta. A farsi carico del grido di dolore dell’imprese che operano nel mercato della comunicazione a mezzo posta è la CNA, che le associa quasi tutte attraverso CNA Agenzie di recapito, con una inviata ai ministri competenti, Lugi Di Maio e Alfonso Bonafede.

A “regola d’arte” la riparazione dell’auto dopo l’incidente

Autoriparatori, assicurazioni e consumatori collaboreranno, finalmente, per garantire riparazioni a regola d’arte, a costi chiari, effettuate in tempi certi, nel rispetto delle condizioni di corretta concorrenza sul mercato. E per ridurre, di conseguenza, la conflittualità. E’ l’obiettivo delle Linee guida sottoscritte oggi dalle Associazioni degli autoriparatori di CNA, Confartigianato e Casartigiani, dall’Ania (l’associazione che riunisce le compagnie assicurative) e dalle Organizzazioni dei consumatori.