TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Misure per il contrasto e il contenimento del virus SARS-COV-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro

Le Parti Sociali nazionali hanno aggiornato il “Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro” in considerazione dell’attuale quadro epidemiologico e con l’obiettivo di garantire condizioni di salubrità e sicurezza degli ambienti di lavoro a garanzia dei datori di lavoro e dei lavoratori.

Nel nuovo protocollo, in vigore fino al 31/10/2022, vengono sostanzialmente confermate le ormai note misure preventive protettive riguardanti le modalità di ingresso nei luoghi di lavoro, la gestione degli appalti, la pulizia e sanificazione degli ambienti e ricambio d’aria, le precauzioni igieniche personali, la gestione degli spazi comuni (spogliatoi, aree fumatori, aree snack).

Le mascherineFFP2 rimangono un presidio importante per la tutela della salute dei lavoratori ai fini della prevenzione del contagio nei contesti di lavoro in ambienti chiusi e condivisi da più lavoratori o aperti al pubblicoo dove comunque non sia possibile il distanziamento interpersonale di un metro per le specificità delle attività lavorative.

Si alla mascherina negli ambienti di lavoro

Nella giornata di ieri, mercoledì 4 maggio 2022, le Parti Sociali nazionali hanno rinnovato la validità del “Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro”.

Coronavirus: meno restrizioni dal 1° aprile. Parrucchieri e centri estetici: per i clienti niente green pass, necessaria la mascherina

Dopo la fine dello stato di emergenza, dal 1° al 30 aprile si applicheranno misure meno restrittive. Anche in Alto Adige recepite le misure statali.

Mascherine obbligatorie e certificazione 3G e 2G: nonostante la cessazione, al 31 marzo, dello stato di emergenza nazionale relativo al rischio sanitario da Covid-19, dal 1° aprile alcune prescrizioni continueranno a essere valide. Tali misure sono state introdotte dal Governo italiano nel decreto legge del 24 marzo 2022 e recepite, a livello provinciale, dal presidente Arno Kompatscher con la firma odierna (28 marzo) dell'ordinanza n. 10. L'obiettivo: ritornare quanto più possibile a una situazione di normalità contenendo al contempo la diffusione della pandemia da Coronavirus. Dal 1° al 30 aprile si applicheranno le seguenti misure restrittive alleggerite.

Green Pass obbligatorio dal 1 febbraio: Kompatscher firma l'ordinanza. Ecco i dettagli

Dal prossimo martedì 1 febbraio la cosiddetta regola 3G - guariti, vaccinati o testati - sarà obbligatoria per accedere a molti servizi della vita quotidiana. Sono previste alcune eccezioni per determinate attività commerciali, dove si potrà accedere anche senza Green Pass. Tali nuove regole sono state fissate a livello nazionale lo scorso 7 gennaio con un decreto legge, che il Presidente della Provincia Arno Kompatscher ha recepito con l'ordinanza Nr. 3 del 13 gennaio. Lo scorso 21 gennaio a livello nazionale un ulteriore decreto legge ha precisato quali attività commerciali siano escluse dall'obbligo di Green Pass. Tale decreto è stato recepito ora dal Presidente Kompatscher con l'ordinanza Nr. 5.