TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Il Governo risponde all'allarme CNA: la Nuova Sabatini sarà rifinanziata

Tra le misure previste per il rilancio dell’economia ci sarà anche la Nuova Sabatini. Il Governo risponde in modo positivo all’allarme lanciato nei giorni scorsi dalla CNA sul rapido esaurimento delle risorse finanziarie di uno strumento che l’esecutivo considera strategico. Allarme ripreso da una interrogazione al ministro dello Sviluppo Economico, primo firmatario l’on. Luca Sut, con la quale si chiedeva di “procedere tempestivamente al rifinanziamento della Nuova Sabatini” così da “consentirne un utilizzo quanto più esteso, auspicabile ai fini della ripresa economica e del mantenimento della giusta spinta innovativa delle imprese italiane”.

Ai nastri di partenza i nuovi incentivi alle imprese costituite da giovani e da donne

È ai nastri di partenza “ON – Oltre Nuove Imprese a tasso Zero”, il nuovo incentivo finalizzato a sostenere la creazione di micro e piccole imprese a prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile in tutto il territorio nazionale.

A partire dal 19 maggio 2021, i soggetti interessati possono infatti presentare domanda di agevolazione mediante la procedura informatica disponibile sul sito internet di Invitalia, secondo la nuova disciplinaattuativa recata dal decreto interministeriale Mise-Mef.

CNA Trentino Alto Adige: "Nuova Sabatini, le risorse stanno terminando. Si bloccheranno gli investimenti delle piccole imprese, urge il rifinanziamento"

“Le risorse della Nuova Sabatini sono destinate a finire entro giugno. A meno di un rifinanziamento in tempi rapidi”. CNA Trentino Alto Adige lancia l’allarme su uno dei principali e più efficaci strumenti per supportare le imprese nell’acquisto di nuovi beni strumentali.

A inizio maggio risultano ancora disponibili per tutta Italia poco più di 200 milioni di euro, sufficienti per coprire le esigenze di un paio di mesi o poco più. Per coprire l’intero 2021 servirebbero 4-500 milioni che farebbero da volano a circa 6 miliardi di nuovi investimenti da parte delle imprese, soprattutto micro e piccole.

CNA Trentino Alto Adige: "Aiuti alle imprese, nuovi oneri in dichiarazione redditi. Direzione opposta rispetto alla semplificazione"

“L’impressione è che la pandemia da Covid-19 abbia insegnato poco a chi governa, visto che, anziché diminuire, la burocrazia aumenta, raggiungendo il paradosso di dover espletare ulteriori oneri amministrativi per dichiarare correttamente tra i redditi i ristori ricevuti dalla mano pubblica”. Lo afferma Claudio Corrarati, presidente della CNA Trentino Alto Adige, sostenendo con forza quanto denunciato oggi dalla CNA Nazionale.