TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Ristori alle imprese. Il Consiglio provinciale approva il finanziamento al pacchetto di #AiutiCovid da 500 milioni di euro

Stanotte (12 marzo) il Consiglio provinciale dell'Alto Adige ha approvato una variazione al bilancio di previsione 2021 del valore di circa 500 milioni di euro: il finanziamento necessario ad attuare il pacchetto #AiutiCovid approntato dalla Giunta provinciale è stato così garantito. Il presidente della Provincia Arno Kompatscher ha accolto con soddisfazione la decisione del Consiglio provinciale. Gli Uffici provinciali possono ora procedere nel proprio lavoro per agevolare la presentazione delle domande e il pagamento degli aiuti secondo i tempi previsti.

La Giunta provinciale aveva approvato il pacchetto #AiutiCovid nella seduta del 2 marzo scorso per poi presentarlo alla popolazione il successivo venerdì 5 marzo

La tabella di marcia prevede i seguenti step per presentare le domande: dal 5 marzo famiglie e imprese possono già richiedere un prestito agevolato in tempi brevi alle banche, sulla base dell'intesa che garantisce liquidità immediata grazie all'accordo fra banche e cooperative di garanzia con la Provincia. Dal mese di aprile le PMI potranno ricorrere al "Fondo PMI" realizzato attraverso la società inhouse della Provincia Euregio +. Dalla metà di aprile invece si potranno richiedere finanziamenti a fondo perduto per liberi professionisti, lavoratori autonomi e imprese. Le attività economiche in possesso dei requisiti per chiedere un contributo alla copertura dei costi fissi, potranno chiedere un prefinanziamento alle banche a partire dalla fine di aprile. Le richieste per il finanziamento vero e proprio saranno presentabili dall'inizio di giugno. Dal mese di maggio, infine, privati e famiglie potranno chiedere #AiutiCovid. Nella maggior parte dei casi il pagamento avverrà nell'arco di massimo 4 settimane dalla domanda o si potrà nel frattempo accedere a un prefinanziamento da parte delle banche.

Tutte le informazioni sugli #AiutiCovid, sugli appuntamenti e le scadenze si possono consultare sul portale web #AiutiCovid sulla pagina web della Provincia di Bolzano dedicata a questo tema. 

Ristori alle imprese, le proposte illustrate ieri sera alle Associazioni di Rete Economia. Il pacchetto sarà presentato venerdì 5

L'assessore provinciale all'Economia, Philipp Achammer, e la direttrice della ripartizione Economia, Manuela Defant, hanno illustrato ieri sera (1 marzo) alle Associazioni riunite in Rete Economia (CNA-SHV, Confesercenti, Coopbund e CooperDolomiti) la bozza del "Pacchetto Alto Adige" comprendente i ristori con contributi a fondo perduto alle imprese, oltre agli accordi già definiti con le banche per l'accesso a prestiti agevolati. Il pacchetto definitvo sarà presentato venerdì 5 marzo. 

Per quanto concerne i contributi a fondo perduto, discusso anche oggi (2 marzo) dalla Giunta provinciale, la proposta è di istituire due linee di finanziamento. Una riguarderà le aziende di piccole dimensioni con erogazioni a fondo perduto esentasse versati direttamente sul conto dell'impresa; la seconda linea è pensata per imprese di medie e grandi dimensioni e prevede un contributo sui costi fissi. Requisito per accedere alle contribuzioni sarà un calo di fatturato nel periodo 1 ottobre 2020-31 marzo 2021 per le piccole imprese e 1 aprile 2020-31 marzo 2021 per medie e grandi imprese relativamente ai costi fissi. In tal modo, verranno "ristorate" anche le imprese chiuse con ordinanze provinciali lo scorso novembre e dicembre (anche parrucchieri e centri  estetici), in difformità alle indicazioni statali.

Nuova Sabatini, al via il contributo in un’unica soluzione per le imprese

E’ operativa l’erogazione in un’unica soluzione del contributo ministeriale Nuova Sabatini, per le domande presentate a partire dal 1° gennaio 2021. Si tratta della principale novità introdotta dall’ultima manovra di bilancio alla disciplina agevolativa, che recepisce la proposta della CNA di accelerare la fruizione del beneficio e ridurre gli oneri burocratici a carico delle imprese.

Contributi alle piccole imprese, la Provincia stanzia tre milioni. Domande dal 1° febbraio

La Giunta provinciale ha deciso lo stanziamento di 3 milioni di euro per sostenere le micro e piccole imprese. Priorità agli investimenti in tecnologia.

Anche quest'anno la Provincia, tramite la Ripartizione economia, mette a disposizione fondi per sostenere le micro e piccole aziende artigianali, industriali, commerciali e di servizi con un massimo di 49 dipendenti che investono nella loro impresa. Oggi (26 gennaio) la Giunta provinciale ha approvato le linee guida per la concessione dei contributi e ha definito i relativi fondi da destinare.