TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Modelli ISA, CNA Nordest insieme a Confindustria e Commercialisti. Appello al governo: «Applicazione facoltativa per il 2019»

Il Nordest rilancia la battaglia contro i modelli Isa. Da uno dei motori produttivi del Paese commercialisti, imprenditori e artigiani lamentano compatti problematiche e malfunzionamenti sugli Indici Sintetici di Affidabilità. E lanciano un appello: «I modelli Isa si stanno dimostrando tutto tranne che affidabili – dice Claudio Zago, presidente dei commercialisti del Triveneto –. Per questo motivo chiediamo anche al nuovo Governo, con forza, un intervento che disponga il carattere facoltativo della loro applicazione per tutto il 2019». Commercialisti sul piede di guerra, tanto da proclamare uno sciopero per le udienze che si terranno dal 30 settembre al 7 ottobre. «Il Comitato Piccola Impresa di Confindustria Veneto solidarizza con le ragioni che hanno spinto i commercialisti a una simile protesta – spiega Paolo Errico, presidente Piccola Industria di Confindustria Veneto – sono anni che invochiamo radicali semplificazioni fiscali ritenendo non più sopportabile l’invasività degli adempimenti burocratici nella vita delle imprese e dei cittadini». Allo stesso modo Alessandro Conte, Coordinatore di CNA Nordest (le CNA Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige Sud-Tirolo e Veneto): «Dai dati sulla pressione fiscale complessiva rilevata dall’Istat è chiaro l’atteggiamento “ostile” del fisco nei confronti delle piccole imprese: nel 2018 la pressione fiscale media italiana era al 42,1 per cento (contro il 61,2 sulle piccole imprese), nel 2013 al 43,6 per cento (63,7 per cento), nel 2011 al 41,6 per cento (59 per cento). Se a questo aggiungiamo anche la pressione della burocrazia, lo sviluppo ne risulta certamente soffocato».

CNA presenta l'Osservatorio tassazione piccole imprese 2019. Pressione fiscale: Bolzano la migliore in Italia, Trento quarta

Bolzano è la città italiana, su 141 Comuni considerati, in cui la pressione fiscale è più bassa. Trento la segue da vicino, al quarto posto della classifica. È quanto emerge dal Rapporto 2019 dell’Osservatorio permanente sulla tassazione delle piccole e medie imprese, presentato oggi a Roma dalla CNA nazionale e diffuso in tutte le province.

CNA Politiche Fiscali: "Sospendere l'uso degli ISA come strumento di selezione per l'accertamento fiscale. Troppe aziende risultano non congrue, risultato preoccupante"

“Con la prima applicazione degli Indici sintetici di affidabilità più di 150mila piccole imprese, che erano congrue rispetto agli Studi di settore, potrebbero ottenere una valutazione negativa con un valore ISA inferiore a sei. Un ribaltamento inaspettato e preoccupante. Abbiamo motivo di ritenere che moltissimi giudizi non siano coerenti con i reali livelli di affidabilità dei bilanci delle imprese”. Lo sostiene CNA Politiche fiscali del Trentino Alto Adige.

CNA Politiche Fiscali: ISA, se la pagella è appena sufficiente non scattano gli accertamenti automatici. Le delucidazioni dell'Agenzia delle Entrate

CNA Politiche Fiscali informa che è online la circolare n. 20/E dell’Agenzia delle Entrate che raccoglie i chiarimenti forniti alle associazioni di categoria e agli ordini professionali in occasione degli incontri e convegni sugli Indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa) svoltisi nei mesi di giugno e luglio. Il documento mette a sistema le risposte dell’Agenzia alle domande poste da operatori ed esperti, suddividendole, per una esposizione più organica, per macro aree tematiche: dall’uso degli indici ai fini delle attività di analisi del rischio, all’indicazione di ulteriori componenti positivi, passando per cause di esclusione, precalcolate Isa 2019, regime premiale e proroga dei versamenti.