TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

CNA: “Più tavoli all’aperto nelle città italiane per far ripartire ristorazione e turismo”

“Più tavoli all’aperto nelle città italiane per far ripartire ristorazione e turismo”. A lanciare l’appello la CNA.  “Si tratta di  una misura necessaria per far ripartire ristorazione e turismo nelle piazze e nelle strade delle città, dei borghi e sui lungomare  delle città rivierasche – sottolinea il comunicato della Confederazione - Dare la possibilità di occupare superfici più ampie significa dare la possibilità ai ristoratori di recuperare coperti, rispettando le misure interpersonali e ampliando  la sensazione di  sicurezza per i clienti, allo scopo di far vivere più serenamente momenti di svago evitando gli assembramenti. Per far vivere ai turisti un momento di spensieratezza immersi nel cuore delle città, dei vicoli e delle botteghe storiche, vicino ad un monumento. Oppure, seduti sui tavolini posizionati sugli incantevoli lungomare delle città rivierasche, per assaporare un tramonto mozzafiato”.

Allarme Cna Turismo: fioccano le disdette per il coronavirus. Le agenzie di viaggio: molti clienti italiani annullano i viaggi all'estero, anche gite scolastiche

Non solo rischi per la salute. Il coronavirus può mettere in crisi il settore turistico e il suo indotto, commercio in primis. Ad assicurarlo è CNA Turismo, che ha condotto una indagine tra le agenzie di viaggio associate all’Aiav, organizzazione aderente alla Confederazione.

CNA Turismo: luci d’artista, nuovo must per l’Epifania. Bressanone nella top ten nazionale dell’associazione

Le loro fotografie hanno fatto il giro del mondo. Perché il simbolo della Dolce Vita rimane una icona pop pur con tutti i suoi acciacchi. Ma a rilucere in Italia non ci sono solo gli addobbi luminosi che hanno riportato la romana Via Veneto ai fasti di un tempo, perlomeno nelle luminarie. Da un capo all'altro del Paese, infatti, a illuminare le sere fino all'Epifania, e talvolta anche dopo, si accendono sempre più numerose luci speciali, praticamente spettacoli luminosi, in grado di far sognare a occhi aperti anche i turisti. Bressanone è una delle città che sta sperimentando questa forma di attrazione e rientra nella top ten nazionale.

CNA: cresce il turismo natalizio, oltre 8 milioni di italiani in viaggio

Tra Natale, Capodanno e l’Epifania saranno poco più di otto milioni gli italiani che si metteranno in viaggio per turismo. Quasi 600mila in più dell’anno scorso. Segnando una crescita del 7,8 per cento. La previsione di spesa media del viaggio in Italia raggiunge i 394 euro, per la spesa pro capite giornaliera si attesta a 89 euro. Circa 1,36 milioni di italiani, pari al 18 per cento del totale, si recheranno all’estero. Complessivamente il fatturato del turismo natalizio degli italiani che rimarranno nel nostro Paese ammonterà a 2,5 miliardi di euro. A prevederlo una indagine di CNA Turismo secondo la quale oltre quattro milioni di italiani rimarranno fuori dalla propria abitazione principale per almeno quattro notti e 3,7 milioni da una a tre notti nel periodo che intercorre tra il 20 dicembre 2019 e il 6 gennaio 2020.

CNA Turismo e Commercio: i negozi di vicinato patrimonio da tutelare

Le città cambiano. E con esse cambia anche quello che fino ad oggi abbiamo conosciuto come il commercio tradizionale. All’interno di questo quadro in costante trasformazione c’è un rischio, però, ed è quello di veder diminuire il numero di attività commerciali di vicinato, necessarie, non solo per le funzioni puramente economiche che il commercio svolge ma anche per le importanti funzioni sociali.

Per il Ponte di Ognissanti tra mistero e paura esplode un nuovo turismo

Sarà il “turismo della paura” il “must” del Ponte di Ognissanti. Non la spinta principale alla vacanza ma un nuovo elemento motivazionale condito da un pizzico di avventura. Un andar per castelli e rovine al buio e spesso tra le prime brume autunnali. A rilevare questa tendenza pressoché inedita per l’Italia una indagine di CNA Turismo condotta tra gli iscritti alla Confederazione.