TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Al via la quinta edizione del Premio CAMBIAMENTI - 20mila euro in palio per la migliore startup dell'anno e tante altre opportunità

Pronti? Si parte!

Al via la nuova edizione di Cambiamenti

Premio al pensiero innovativo della neo impresa italiana

È aperto il contest 2021 del Premio indetto dalla CNA per premiare il pensiero innovativo della neo impresa italiana. Il coraggio e l'audacia di chi, oggi, avvia un'attività, vanno riconosciuti e, se possibile, premiati.

Nuovi partner, stesso format, tanta voglia da parte delle imprese di emergere e raccontarsi o farsi raccontare. 

20mila euro alla startup vincitrice e 5mila alla seconda e alla terzaMille euro di voucher Alpitour e 2 anni di noleggio a lungo termine di un'auto. La possibilità di partecipare ad una serie di Masterclass formative su temi che vanno dal project management alla trasformazione digitale tenuti da: H-FarmTagEdisonWurthTIMInfocertEolo, ... e ancora 2mila euro in servizi CNA, la tessera gratuita per due anni che ti fa accedere a tutte le opportunità di ServiziPiù e, soprattutto, la possibilità di incontrare altre nuove imprese come la tua.

Sei pronto a metterti in gioco? 

Partecipa!

Scopri il regolamento, i premi, chi lo sostiene su: www.premiocambiamenti.it

Nuovi incentivi fiscali per chi investe in startup e Pmi innovative

È stato pubblicato il decreto interministeriale che rende operative le misure introdotte dal decreto Rilancio al fine di rafforzare l’ecosistema dell’innovazione.

Il beneficio consiste in una detrazione Irpef del 50% destinata alle persone fisiche che investono, direttamente o tramite Organismi di investimento collettivo del risparmio (Oicr), in una o più startup o Pmi innovative, iscritte nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese.

Il punto su ricerca e innovazione: crescono investimenti e occupati. Sostegno da Rete Economia

Il presidente Kompatscher ha presieduto la riunione della Consulta provinciale ricerca e innovazione: "Trend in crescita, ulteriori passi avanti nel prossimo futuro". Alla seduta ha partecipato anche il rappresentante di Rete Economia-Wirtschaftsnetz, Raoul Ragazzi. 

Crescono in Alto Adige i numeri della ricerca e dell'innovazione. Sale a 0,84% la quota del PIL investita in ricerca e sviluppo (fonte ASTAT). Crescono anche il numero di occupati nel settore (+ 43,1%, 3.524 persone), nonché gli investimenti complessivi da parte di istituzioni pubbliche e aziende (+27%, 207,8 milioni di euro). Di questi sviluppo positivi si è discusso ieri (2 marzo) alla riunione della Consulta per la ricerca scientifica e l'innovazione della Provincia, svoltasi in videoconferenza sotto la guida del presidente della Provincia Arno Kompatscher.