TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Al via i lavori di NOI Techpark Brunico il nuovo hub dell’automotive pronto nel 2022

A poco meno di tre anni dalla sua nascita a Bolzano, il distretto dell’Innovazione altoatesino arriva a Brunico. Qui, nel cuore della val Pusteria, sorgerà il nuovo polo dedicato all’automotive: un centro di eccellenza che riunirà sotto lo stesso tetto tutto il know-how della componentistica per auto presente sul territorio, offrirà strutture di ricerca e formazione in collaborazione con la Libera Università di Bolzano e incrementerà i posti di lavoro qualificati nel settore. Il tutto, con un cuore green visto che la struttura sarà dotata di un innovativo impianto di produzione e stoccaggio di energia a idrogeno.

NOI Techpark Brunico, la cui prima pietra è stata posata oggi, lunedì 14 settembre, alla presenza di rappresentanti della politica e dell’economia, aprirà le porte nel 2022, favorendo lo sviluppo di nuove competenze in un settore chiave per l’economia altoatesina che mai come oggi è chiamato a cogliere nuove sfide, prima tra tutte: la smart mobility. Sfide che richiedono professionalità elevate, infrastrutture all’avanguardia e capacità di fare rete tra il mondo della ricerca e dell’impresa. Per questo, NOI Techpark Brunico nasce su impulso dell’Automotive Excellence Alto Adige, la rete che riunisce alcune delle più grandi aziende del settore automobilistico – GKN Sinter Metals, GKN Driveline, Intercable, Alupress, Autotest e Autotest motorsport – e ha come partner di punta del progetto la Libera Università di Bolzano che si occuperà di formare nuovi talenti specializzati.

SOSTENIAMO GIOVANI RICERCATRICI E RICERCATORI: FUSION GRANT, ANCORA DUE MESI PER PARTECIPARE AL BANDO

400.000€ per finanziare circa 8 progetti della durata massima di 1 anno per sostenere ricercatrici e ricercatori post-doc under 40. Questo è Fusion Grant, il bando che punta a favorire concrete collaborazioni tra organismidi ricerca e imprese appartenenti al sistema economico altoatesino, e a incoraggiare l’applicazione della ricerca scientifica allo sviluppo economico delle imprese, e quindi dell’intero nostro territorio.

Ogni progetto può ricevere fino a 50.000€ in un anno.Il bando Fusion Grant nasce su iniziativa della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, ed è sviluppato incollaborazione con NOI Techpark insieme a Südtiroler Wirtschaftsring – Economia Alto Adige e Rete Economia Alto Adige.

Chi vuole partecipare deve creare una partnership che coinvolga:

  1. un organismo di ricerca dell’Alto Adige (capofila legale) attraverso una sua unità operativa della rete di NOI Techpark (capofila operativo)
  2. almeno un’azienda con sede in Alto Adige
  3. ricercatrici o ricercatori under 40 con un titolo di dottorato di ricerca (massimo 2)… e in più, opzionale:
  4. altre aziende e altri enti di ricerca locali, nazionali o internazionali

Le aziende partner devono contribuire al progetto con un investimento del 20% rispetto al contributo richiesto alla Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano.

Potete approfondire tutti i dettagli e le modalità per partecipare e scaricare i documenti sul sito ufficiale delprogetto:

www.fusiongrant.info

Deadline per la consegna dei progetti: 30 ottobre 2020

Ricerca e impresa assieme, al via «Fusion Grant»: 400mila euro per i migliori otto progetti altoatesini. Rete Economia-Wirtschaftnetz è partner

Sostenere giovani ricercatori e ricercatrici under 40, favorire concrete collaborazioni tra ricerca e impresa incoraggiando l’applicazione della ricerca scientifica allo sviluppo economico delle imprese e promuovere progetti che favoriscano la sostenibilità ambientale. Sono gli obiettivi principali del nuovo bando «Fusion Grant», nato su iniziativa della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, in collaborazione con NOI Techpark insieme a Rete Economia-Wirtschaftsnetz (RE-WN) e Südtiroler Wirtschaftsring-Economia Alto Adige (SWR-EA): 400mila euro con l’obiettivo di finanziare otto progetti di ricerca della durata massima di un anno

«Quella che abbiamo vissuto, e che stiamo ancora vivendo, è una situazione sociale ed economica unica nel suo genere. Ed è proprio in un momento simile che abbiamo più che mai bisogno di una giusta combinazione tra conoscenza, ricerca e potere d’innovazione delle imprese. Fusion Grant vuole stimolare una sinergia tra questi player per percorrere nuove strade sostenibili verso il futuro», dichiara Konrad Bergmeister, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio.

Combattere la crisi anche con più innovazione. Vaccarino (CNA): questo è il momento di fare il salto di qualità

Concretezza e coesione sociale sono i paradigmi su cui devono basarsi le scelte del futuro più prossimo di questo Governo. Ad affermarlo il presidente CNA, Daniele Vaccarino, intervenuto quest’oggi al webinar. “PMI: oltre le tecnologie, quale scenario economico e fiscale per un rilancio rapido e sostenibile?” il titolo dell’iniziativa, organizzata da A&T (Automation and Testing).

“Le richieste che la CNA ha fatto al Governo, durante gli Stati Generali, sono richieste concrete. La nostra Confederazione ha evitato proclami teorici, proponendo soluzioni importanti e profonde che potessero supportare il sistema economico italiano. Un sistema retto dalla realtà delle piccole e medie imprese”, ha spiegato Vaccarino.