TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-
Felice Espro

Felice Espro

Proroga validità delle revisioni dei mezzi pesanti. Conversione in legge del Decreto "semplificazioni", richiesta di chiarimenti

In allegato la nota UNATRAS, sollecitata da CNA Fita, per chiedere, dopo la conversione in legge del decreto semplificazioni, esplicitazioni in tema di  revisioni dei veicoli pesanti. 

Nella lettera inviata alla Ministra De Micheli, si chiede anche una ulteriore proroga della validità delle autorizzazioni per i trasporti eccezionali anche a seguito del chiarimento del MIT (Prot. n°7431 del 14.10.2020 che si allega) che, per le autorizzazioni per TE con scadenza nel periodo tra il 31.01 ed il 31.07 2020, conferma che la proroga di validità delle autorizzazioni termina il 29 Ottobre 2020.

LA NOTA UNATRAS

A22, divieto di transito per i tir il 26 ottobre

Per «prevenire criticità e disagi» e «limitare le difficoltà per la circolazione» sull«Autobrennero, il Commissariato del governo per la provincia di Bolzano ha disposto un divieto di transito per i mezzi pesanti per lunedì 26 ottobre in coincidenza con il divieto disposto dalle autorità austriache sulle autostrade in occasione delle festività.

Covid-19, da domani nuove limitazioni in Alto Adige

Niente Mercatini di Natale, limiti alle attività sportive, almeno il 30% di didattica a distanza nelle scuole superiori. Queste le principali misure anti-Covid in vigore da domani in Alto Adige.

Come reagire alla crescita dei casi di Covid-19, come minimizzare il pericolo di infezione, come fare in modo di ridurre il rischio di un ulteriore inasprimento dei provvedimenti. Questi i temi affrontati stamattina (20 ottobre) dalla Giunta provinciale, con il presidente Arno Kompatscher che, alla luce dello sviluppo dei dati epidemiologici e del recente Dpcm varato dal governo nazionale, ha annunciato la firma di una nuova ordinanza che sarà in vigore da domani (21 ottobre) sino a fine novembre. 

CNA Trentino Alto Adige: "Emergenza Covid, la manovra statale e quelle provinciali per l'economia siano complementari e senza doppioni. Attenti alla sovrapposizione tra ordinanze provinciali e Dpcm"

“La manovra da circa 40 miliardi varata dal Governo dovrà assicurare il giusto equilibrio tra le misure di sostegno per fronteggiare la profonda crisi provocata dalla pandemia e gli interventi per la indispensabile e attesa ripartenza del Paese che saranno finanziati con le risorse del Recovery Plan. Al contempo, ci attendiamo dalle Province autonome di Bolzano e Trento analoghe manovre che siano complementari e non sostitutive di quella nazionale, evitando doppioni nelle forme di sostegno, con attenzione maggiore ai settori particolarmente colpiti che registrano perdite fin o al 90% del fatturato, come gli organizzatori di eventi e le agenzie di viaggi”. Lo afferma Claudio Corrarati, presidente di CNA Trentino Alto Adige

Importanti occasioni  con Würth per gli associati CNA: scopri le promozioni a te riservate

Wurthone

Wurth2

 

Würth offre ai clienti che risultano associati a CNA
una promozione dedicata.

Acquista i prodotti WÜRTH per ottenere premi,
Personalizza il tuo furgone con l'allestimento che fa per te,

Prova Hololink per il tuo lavoro in mobilità 

Chiama per una consulenza gratuita il referente di zona ai contatti che trovi nella brochure "promo ottobre"

Clicca qui o sull'immagine per scoprire la promozione

wurth 3

Continuano le offerte che WÜRTH riserva ai clienti associati a CNA.

Clicca qui o sull'immagine per scoprire le offerte e gli sconti

 

I TUOI ACQUISTI VENGONO PREMIATI

Wurth Ducati

Partecipa anche tu al concorso a premi
valido fino al 14 novembre 2020
puoi vincere una 

DUCATI SCRAMBLER 1100 SPORT PRO

Scopri il regolamento

 

PER I TUOI ACQUISTI

wurth 7

Tutti gli associati CNA potranno immediatamente fruire di uno sconto del 7% su tutti i prodotti WÜRTH sia nei negozi che nell’e-shop

 

PER LA TUA SICUREZZA

wurth sicur

wurth aderire

Aderisci! Compila il form nella pagina dedicata

Se sei già cliente Wurth, contatta il tuo venditore, altrimenti lascia i tuoi dati

e sarai ricontattato da un consulente per registrare il tuo nuovo profilo. Ricordati di comunicare che sei un associato CNA

L'attivazione dello sconto è immediata e sarà calcolata in automatico ogni volta acquisterai un prodotto sia online che presso i punti vendita

La convenzione CNA non è cumulabile con altre promozioni attive. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Silvestrini (CNA): “Apprezzabile il tentativo del Dpcm di coniugare tutela della salute e sopravvivenza delle imprese"

“CNA ritiene senz’altro apprezzabile il tentativo perseguito dal Dpcm annunciato domenica sera dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, di coniugare la tutela della salute dei cittadini e la sopravvivenza di tantissimi laboratori, negozi, attività di piccole imprese. Le imprese, peraltro, non avrebbero meritato una ulteriore limitazione delle proprie attività dopo essersi dimostrate con successo autentici presidi anti-virus”. A dichiararlo Sergio Silvestrini, segretario generale della CNA.

“Mantenere in azione le attività produttive e ridurne la capacità in maniera più limitata di quanto trapelato alla vigilia del Dpcm – sottolinea Silvestrini – è stato un segnale di interesse e di fiducia verso gli imprenditori da parte della politica. Molto importante anche la volontà di non andare verso un altro confinamento e di tenere aperte le scuole. Ma non si possono dimenticare le gravissime difficoltà emerse nelle ultime settimane nel trasporto scolastico in particolare e nel trasporto pubblico in generale. È ora che il governo e le istituzioni prendano in seria considerazione l’offerta avanzata dai trasportatori associati da CNA-Fita: affidare ai mezzi privati la quota che si ritenesse necessaria dell’attività pubblica per evitare assembramenti e relativi contagi. Siamo d’accordo anche sul coinvolgimento di tutti i livelli istituzionali nella lotta al Covid – conclude il segretario generale della CNA – a patto che venga ripristinato con rapidità un confronto organico e non episodico tra le stesse istituzioni e i rappresentanti delle imprese”.

Assemblea CNA 2020: scatto d'orgoglio. Connettiti sabato 24 ottobre alle ore 10.30

Sabato 24 ottobre – ore 10.30-13.00

#assembleaCNA

SCATTO D'ORGOGLIO
IN DIRETTA L'ASSEMBLEA 2020 

Ti diamo appuntamento sabato prossimo, 24 ottobre, con la prima Assemblea nazionale CNA in versione interamente digitale. Non un singolo luogo. Ma un diffuso ecosistema di collegamenti, realizzati via web da tutta l’Italia, collegherà una moltitudine, tra imprenditori e non imprenditori, uniti dalla voglia di dare vita a un confronto d’idee fattivo per il bene del Paese.

L’evento sarà trasmesso in diretta streaming dall’Auditorium della sede nazionale di Roma.

Il tuo futuro e quello di milioni di artigiani e imprenditori come te: questo il tema cruciale dell'assemblea di quest'anno. Per rimettere in moto il tessuto produttivo del Paese, la vostra intraprendenza è imprescindibile.

Sarà presente un parterre d’eccezione: ospiti di primissima rilevanza politica che risponderanno ai temi incalzanti che artigiani e imprenditori porranno sul tavolo. Come saranno spese le risorse? Quale visione si ha della politica industriale del Paese? E ancora: come rispondere all'esigenza di stimoli e tutele per artigiani, piccoli e medi imprenditori come te?

L'evento potrà essere seguito a partire dalle ore 10.30 in diretta streaming sul sito CNA. Seguici suTwitter con gli hashtag: #assembleaCNA #scattodorgoglio

Non puoi mancare!

Parrucchieri ed estetisti, CNA dice no a nuove restrizioni. I protocolli funzionano, attenti all’abusivismo. PMI, necessari aiuti localizzati solo per chi viene chiuso

 “Evitare restrizioni per acconciatori ed estetiste, perché assicurano massimo rispetto di norme e protocolli. A rischio la tenuta delle imprese e un favore all’abusivismo. Molta preoccupazione per la tenuta dell’economia: necessari aiuti selettivi e localizzati”. Lo sostiene la CNA Trentino Alto Adige. 

“Il protocollo per il settore benessere e cura della persona elaborato a Bolzano, il primo in Italia, con il contributo fondamentale di CNA e degli associati del settore – argomenta Claudio Corrarati, presidente della CNA regionale - ha dimostrato di essere applicabile e molto efficace: non risultano contagi nei nostri saloni, né tra i titolari, né tra i collaboratori, né tra i clienti. Inoltre, la piaga dell’abusivismo è in continua espansione anche in Trentino Alto Adige nel settore dei servizi alla persona. Gli ultimi dati Istat confermano il dilagare di un fenomeno che mette a repentaglio la salute dei cittadini e la tenuta degli operatori che rispettano le regole, tanto più in questa fase di emergenza sanitaria nell’assicurare l’osservanza dei protocolli”.

Partita la stagione del riscaldamento. Ecco la guida di CNA Installazione Impianti per riscaldare meglio e spendere meno

È appena partita anche in Trentino Alto Adige la stagione del riscaldamento ed è opportuno ricordare come utilizzare al meglio i nostri impianti, risparmiando sui consumi energetici e, di conseguenza, economizzando sulla bolletta che andremo a pagare.

Ecco il decalogo di CNA Installazione Impianti Trentino Alto Adige.

  • Innanzitutto per avere un impianto sicuro ed efficiente lo dobbiamo sottoporre annualmente a manutenzione da parte di un tecnico abilitato.
  • Facciamo controllare periodicamente (ogni 4 anni, ma in alcune regioni ogni 2) anche l’efficienza energetica del nostro impianto dal tecnico abilitato che annoterà ed aggiornerà i dati rilevati nel libretto d’impianto che tutti dobbiamo obbligatoriamente avere.
  • Se non lo abbiamo già fatto, installiamo una caldaia a condensazione. Ci permetterà di ottimizzare al meglio i consumi energetici in quanto, rispetto alle caldaie “tradizionali” ormai da qualche anno fuori commercio, quelle a condensazione recuperano e sfruttano anche il calore dei fumi prodotti dalla combustione e del vapore acqueo che i fumi stessi contengono; il risparmio di combustibile su base annua si attesta mediamente intorno al 15-20%. Inoltre il costo della caldaia a condensazione e del relativo intervento di installazione sono soggetti all’Ecobonus.
  • Usiamo correttamente i cronotermostati evitando di trasformare la nostra casa in una sauna. Dato che surriscaldare la propria abitazione è dannoso sia per la salute che per il portafoglio, è opportuno regolare sia la temperatura (massimo 20-22°, ma anche 19° bastano e avanzano), sia le ore di accensione giornaliera che possono variare a seconda della zona climatica nella quale ci troviamo. Va considerato che ogni grado in meno consente di consumare dal 5% al 10% di combustibile.
  • Non mettere ostacoli davanti o sopra il termosifone. Coprire il termosifone con rivestimenti vari o collocarci davanti un divano, delle tende, etc. riduce significativamente la sua capacità di riscaldare l’ambiente con conseguente spreco di energia (e di denaro).
  • Assicuriamoci di avere degli infissi efficienti. Se abbiamo un impianto di riscaldamento ben funzionante, ma disperdiamo il calore all’esterno perché i nostri infissi sono un colabrodo energetico stiamo spendendo soldi inutilmente.
  • In caso di impianto centralizzato condominiale installiamo sui termosifoni le valvole termostatiche. Oltre ad essere un obbligo di legge già da qualche anno (2017), il corretto utilizzo di questi dispositivi ci consente di adattare la temperatura ai singoli ambienti, di risparmiare energia e di ridurre di conseguenza fino al 15% le spese relative al funzionamento dell’impianto. Le valvole termostatiche, infatti, sono strumenti che aprono o chiudono la circolazione dell’acqua calda nel termosifone e consentono di mantenere costante la temperatura impostata aiutando a concentrare il calore negli ambienti più frequentati e ad evitare sprechi.
  • Non teniamo il riscaldamento acceso quando non siamo presenti in casa.
  • Di notte schermiamo le finestre. Per evitare la dispersione del calore verso l’esterno è opportuno chiudere le persiane o le tapparelle.
  • Infine un suggerimento low cost: mettiamo i pannelli riflettenti tra la parete ed il termosifone. Il pannello termoriflettente è una soluzione economica che permette di ottimizzare la distribuzione di calore in casa. Posizionandolo sul muro retrostante il termosifone la dispersione di energia sarà contenuta e l’ambiente resterà confortevole più a lungo.

Clicca qui per scaricare la guida di CNA Installazione Impianti

CNA Trentino Alto Adige: "Prolungare per tre anni e rifinanziare il Superbonus 110%. Risanamenti energetici da valorizzare con la legge di bilancio. Incentivo pure sui capannoni"

CNA Trentino Alto Adige, in linea con CNA Nazionale, chiede con forza al Governo e a tutti i parlamentari della nostra regione di inserire nella Legge di Bilancio il prolungamento per il prossimo triennio e relativo rifinanziamento del Superbonus 110% per la riqualificazione energetica e gli interventi antisismici degli edifici. 

“Consideriamo la misura – spiega Claudio Corrarati, presidente della CNA regionale, un volano straordinariamente importante per l’intera filiera delle costruzioni e al riguardo sollecitiamo l’estensione dell’incentivo anche ai capannoni”. 

Secondo CNA, il Superbonus 110% potrà beneficiare delle risorse destinate dal Recovery Fund alla transizione energetica e in prospettiva questo strumento potrà essere finanziato fino al 2026 favorendo l’accelerazione degli interventi di riqualificazione edilizia. 

Subscribe to this RSS feed