TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-
Felice Espro

Felice Espro

Officine di autoriparazione, riemerge dal dimenticatoio l'obbligo di certificare le caraffe per i liquidi sfusi. CNA-SHV: norma da rivedere

Nei giorni scorsi le officine di autoriparazione della provincia di Bolzano hanno trovato sulla propria casella di posta elettronica certificata una comunicazione da parte del Servizio Metrico della Camera di Commercio di Bolzano, che ricordava a tutti l’esistenza di un obbligo risalente a molti anni fa. Con la circolare viene ribadito l’obbligo, nelle officine di riparazione delle autovetture, in caso di vendita di liquidi sfusi (oli lubrificanti, liquidi di raffreddamento, fluidi idraulici, liquidi tergicristallo, AdBlue, ecc.), di utilizzare strumenti di misura certificati.

I più diffusi strumenti per l’effettuazione di queste operazioni sono delle caraffe metalliche - con diverse capacità dichiarate - nelle quali vengono versati i liquidi che a loro volta vengono inseriti all’interno delle autovetture attingendo a taniche e barili di grandi dimensioni.

Secondo la norma tali caraffe, che devono essere costruite e certificate in base alle norme tecniche europee, vanno sottoposte ogni 4 anni ad una verifica certificata della loro capienza per assicurarsi che abbiano mantenuta inalterata la loro capacità.

Barometro dell’economia IRE – Estate 2020 Il comparto manifatturiero lamenta enormi perdite di fatturato

Il clima di fiducia delle imprese manifatturiere altoatesine è estremamente modesto a causa della crisi dovuta al Coronavirus. Ciò emerge dal Barometro dell’economia dell’IRE – Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano. Oltre un terzo delle imprenditrici e degli imprenditori di questo settore ritiene che quest’anno la redditività sarà insufficiente. Si registra inoltre un netto calo degli investimenti.

La rilevazione estiva del Barometro dell’economia evidenzia come solo il 63 percento delle imprese manifatturiere conti di conseguire un risultato di esercizio soddisfacente nell’anno in corso. Tale quota, pur superiore alla media dell’economia altoatesina, è estremamente bassa se paragonata alle annate normali. Tra le varie branche della manifattura, si riscontra un clima di fiducia particolarmente negativo nei comparti della stampa, dell’alimentare, dell’abbigliamento e dei materiali edili.

CNA Trentino Alto Adige: "Ripresa dell'economia, prezioso il sostegno pubblico ma senza investimenti pubblici e privati non sarà duratura. Puntiamo sull'ecobonus al 110%"

CNA Trentino Alto Adige, unitamente a CNA nazionale, dà atto al Governo di avere completato con il DL agosto un intervento a sostegno dell’economia, deciso in cinque mesi, di dimensioni senza pari. Particolarmente significativa è l’azione mirata a sostenere l’occupazione grazie alla proroga e alle risorse aggiuntive per la cassa integrazione nonché all’esonero dei versamenti contributivi. 

“Apprezzabile – aggiunge la CNA regionale, presieduta da Claudio Corrarati - l’ulteriore rateizzazione dei versamenti sospesi e l’impegno a rispondere ai problemi dell’autotrasporto e del turismo, settori ancora in difficoltà. Provvedimenti necessari a tenere in vita il Paese e ad aiutare a recuperare quella normalità che per molte attività appare ancora lontana”.  

Con Wurth ad agosto offerte stellari per gli associati CNA

wurth 1

 

WÜRTH OFFRE AI CLIENTI ASSOCIATI A CNA UN'OTTIMA PROMOZIONE


Tutti gli acquisti effettuati entro il 31 agosto 2020 si cumuleranno e consentiranno di ottenere dei premi in relazione al fatturato generato: Smartphone, TV 43", Set di attrezzi per officina, Monopattini, Action Cam e tanti altri premi certi per tutti i clienti Wurth associati CNA.

Clicca qui o sull’immagine sopra per scoprire le offerte speciali dedicate agli associati CNA ad agosto e scoprire il codice sconto.

Clicca qui per scoprire le altre offerte e gli sconti

 

wurth 2

Tutti gli associati CNA potranno immediatamente fruire di uno sconto del 7% su tutti i prodotti WÜRTH sia nei negozi che nell’e-shop (inserendo nel carrello il codice sconto CNA-SCONTO7P).

Aderisci! Compila il form nella pagina dedicata

Organizzazione di eventi, la filiera di aziende va a picco. CNA-SHV: "Serve un piano di supporto. Contributi, indennizzi, cassa integrazione e programmazione"

CNA-SHV Unione degli Artigiani e delle Piccole e Medie imprese accende i riflettori su un comparto che non ha ancora conosciuto la ripartenza, nonostante siano trascorsi due mesi dalla fine del lockdown: si tratta della filiera di imprese che operano nell’organizzazione di eventi fieristici, sportivi, culturali, musicali, congressuali. Si va dalle imprese specializzate nell’allestimento di stand fieristici, location, percorsi, segnaletica, alle attività di supporto agli eventi come la comunicazione, gli impianti, la logistica, il catering. Per salvare la filiera e dare alle imprese una chance di ripartire occorre un piano straordinario di supporto da parte della Provincia.

Oggi (7 agosto 2020) il presidente di CNA-SHV, Claudio Corrarati, ed il direttore Gianni Sarti hanno incontrato una delegazione di imprese associate, in rappresentanza delle varie attività della filiera: Scenery (allestimento fiere), Visualis (soluzioni per eventi), Silk Apple (serigrafie di grandi formati), Patrizia Balzamà (portavoce artigiani digitali e organizzatrice di eventi), Max Maglione Marketing & Communication (comunicazione e pubblicità).

“Con la collaborazione delle aziende interessate, abbiamo messo a punto una serie di proposte – spiega il presidente Corrarati - e siamo in contatto con la Provincia per realizzare un pacchetto di misure ad hoc per questo settore, l’unico realmente fermo dopo la ripresa delle attività. Si tratta di decine di piccole e medie imprese, senza alcuna certezza su quando potranno ripartire e se torneranno ai livelli antecedenti al lockdown. In ballo ci sono anche diversi posti di lavoro”.

Considerando l’impossibilità di prevedere le condizioni sanitarie per un periodo lungo, le proposte elaborate dal gruppo di studio di CNA-SHV hanno come obiettivo la stabilizzazione delle imprese coinvolte, la messa in sicurezza dei posti di lavoro, l’individuazione di regole che consentano la realizzazione di eventi.

Elezioni comunali. "La Bolzano che vogliamo. Le proposte di imprese e cooperazione". Ecco il documento elaborato da Rete Economia-Wirsctahfsnetz. Illustrato al candidato sindaco Zanin

“La Bolzano che vogliamo. Le proposte delle imprese e della cooperazione” è il titolo del documento programmatico realizzato da Rete Economia-Wirtschaftsnetz per le elezioni comunali 2020 che sintetizza in 18 slides le proposte raccolte dalla piattaforma di coordinamento di CNA-SHV, Confesercenti, Coopbund e CooperDolomiti per uno sviluppo del capoluogo.

Il documento è stato presentato ieri sera (mercoledì 5 agosto), nella sede di CNA-SHV, al candidato sindaco del centrodestra, Roberto Zanin, ed al capolista Gabriele Giovannetti. A breve, analogo incontro si terrà con il sindaco uscente e candidato del centrosinistra, Renzo Caramaschi. Altri incontri ci saranno con tutte le forze politiche che vorranno confrontarsi con RE-WN, che rappresenta una fetta importante del tessuto economico cittadino.

Autotrasporto. Pacchetto mobilità: sulla GUCE L249 del 31 Luglio 2020 sono stati pubblicati i nuovi regolamenti UE

Nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea  del 31 Luglio 2020, sono stati pubblicati i Regolamenti UE n°1054/2020   e n°1055/2020 nonché la direttiva UE n°1057/2020 definiti, complessivamente, “Pacchetto mobilità”.

Con tale pubblicazione si avvia ufficialmente il processo di attuazione delle nuove normative che pertanto seguono le seguenti tempistiche:

  • dal 20 agosto 2020 (art.3), sarà direttamente applicabile il Regolamento UE n.1054/2020 che modifica i Regolamenti UE nn. 651/2006 e 165/2014 sui tempi di guida e di riposo e sull'utilizzo del tachigrafo; le disposizioni relative ai fogli di registrazione si applicheranno invece dal 31 dicembre 2024
  • dal 21 febbraio 2022 (art.4), sarà direttamente applicabile il Regolamento UE n.1055/2020 che modifica i Regolamenti UE nn. 1071/2009 e 1072/2009 sul cabotaggio, l’accesso alla professione e l'accesso al mercato;

Fino a 10mila euro per l'acquisto di un veicolo non inquinante e lo sconto in convenzione si cumula grazie a CNA

incentivi

ECOBONUS, AL VIA I NUOVI CONTRIBUTI PER I VEICOLI A BASSE EMISSIONI

Fino a 10 mila euro per l'acquisto di un veicolo con emissioni inferiori a 20 g/km e la rottamazione di uno usato. Fino a 6 mila euro senza rottamazione.
Fino a 3.500 euro anche per gli Euro 6 fino a 110 g/km di emissioni.

Vai alla pagina dedicata, compila il form e ricevi maggiori informazioni e l'elenco delle auto dei marchi partner che possono ottenere gli incentivi.

Compila il form e ottieni informazioni

Bolzano, traffico caotico in pieno agosto. Aziende penalizzate. CNA-SHV: "Tanti cantieri aperti, poca gente sui bus per paura dei contagi, la pioggia fa il resto. Necessario un piano d'emergenza"

“Il capoluogo ha urgente bisogno di un piano di emergenza per la viabilità, messa in ginocchio, negli ultimi giorni, in piena estate, da un po’ di maltempo e dalle conseguenze dell’epidemia da Covid-19. Non possiamo attendere le grandi opere del Patto Provincia-Comune e nemmeno le misure già delineate dal PUMS. Servono misure tampone adesso, da testare adesso, prima che torni il traffico intenso dell’autunno e che ci sia una nuova giunta. Anche perché chiunque vinca la competizione elettorale, non potrà certo risolvere annosi problemi in pochi mesi”. Lo afferma Claudio Corrarati, presidente della CNA-SHV.

Corrarati aggiunge: “Ho personalmente sperimentato, negli ultimi due giorni, tempi di percorrenza enormi per la Zona produttiva nelle ore di punta. Ci sono tanti cantieri aperti, più di quanti ne abbia visto negli ultimi 30 anni. Molta gente non usa i mezzi pubblici per paura del contagio. Se piove, le bici rimangono a casa. Ritengo indispensabile che, dalle 11.30 alle 13.30 e dalle 17 alle 19, ci siano più vigili in strada per dirottare il traffico su arterie meno utilizzate, ad esempio via Pacinotti, via Claudia Augusta in direzione Nord e, perché no, verso via Resia riaprendo al transito ponte Resia, come chiediamo invano da anni. La riapertura a fasce orarie di viale Trento, fortemente voluta da CNA-SHV, ha dato buoni risultati: adesso è il momento di sperimentare altre soluzioni tampone”.

Subscribe to this RSS feed