TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-
Felice Espro

Felice Espro

Accordo sulla modulistica standard per varie attività. Ora gli enti locali recepiscano l'intesa

“Due a zero per la semplificazione nell’eterno braccio di ferro contro la cattiva burocrazia. Dopo un lavoro durato alcuni anni, la Conferenza unificata Stato-Regioni-Autonomie locali ha raggiunto l’accordo definitivo sulla modulistica standard necessaria per esercitare attività commerciali, di estetica e di acconciatura e sui moduli edilizi semplificati previsti dal Decreto Scia 2”. Lo spiega Claudio Corrarati, presidente della CNA del Trentino Alto Adige.

Centro revisioni Bolzano: donazione alle zone terremotate

Gesto di solidarietà del Centro Revisioni Bolzano: una donazione di 1.500 euro a favore di due progetti nelle zone terremotate del Centro-Italia. Le somme sono state consegnate oggi (4 maggio 2017) dal presidente del Centro, Günther Rabanser, e dal vice Robert Lentsch, alla CNA di Ascoli Piceno, per la quale ha ritirato la busta il presidente della CNA-SHV altoatesina Claudio Corrarati, e al Comune di Laives, per il quale era presente il sindaco Christian Bianchi.

Costruttori di autocarri, l’Ue accerta l’esistenza del cartello. CNA-Fita chiede risarcimenti per 250 milioni

“A seguito dell’interrogazione dell’europarlamentare On. Isabella De Monte, su richiesta della CNA e della CNA-Fita, la Commissione europea ha finalmente pubblicato la decisione con cui ha accertato l’esistenza del cartello dei costruttori di autocarri”. Lo fa sapere Piero Cavallaro, referente della CNA-Fita in Trentino Alto Adige. Sono 20 le aziende della nostra regione che hanno aderito all’azione risarcitoria e altre si preparano a farlo. 

Manovra correttiva 2017: ecco i nuovi aumenti di IVA ed accise da qui al 2021

Nessun incremento IVA per il 2017 grazie alla legge di stabilità per l’anno in corso che ha rinviato al 2018 gli aumenti che sarebbero dovuti scattare dal 1 gennaio 2017 e che avrebbero portato l’aliquota agevolata IVA dal 10% al 13% e l’aliquota ordinaria dal 22% al 25%, per poi salire di ulteriori 0,9 punti percentuali nel 2019 (art. 1, comma 631, lett.a), Legge 11 dicembre 2016, n. 232).

Subscribe to this RSS feed