TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-
Felice Espro

Felice Espro

Creativi come gli artigiani, nuovi percorsi per il bene comune. CNA Trentino Alto Adige: "La politica dia valore alle parole di Papa Francesco"

“Siamo chiamati a essere creativi, come gli artigiani, forgiando percorsi nuovi e originali per il bene comune”. Lo ha detto Papa Francesco nel messaggio inviato al Forum organizzato da The European House – Ambrosetti a Cernobbio. Una indicazione forte – evidenziata da CNA - verso la necessaria riconversione dell’economia e delle menti.

“La politica si serva del pozzo di saggezza del Pontefice per rilanciare il Paese e le Province di Trento e Bolzano – commenta Claudio Corrarati, presidente di CNA Trentino Alto Adige - dando valore con i fatti alle nostre aziende e, di conseguenza, alle parole di Papa Francesco”.

CNA regionale: "Recovery Fund, occasione straordinaria per la crescita. Soldi alle infrastrutture, le Province liberino risorse per welfare e innovazione"

Il Recovery Fund rappresenta per l’Italia e per le Province di Trento e Bolzano una “straordinaria occasione per tornare a crescere, rimuovendo ostacoli di carattere strutturale che penalizzano da troppo tempo lo sviluppo delle attività economiche e la qualità della vita. È una occasione da non perdere”. Claudio Corrarati, presidente della CNA Trentino Alto Adige, concorda con quando sottolineato dal direttore della Divisione economica e sociale della CNA nazionale, Claudio Giovine, nell’audizione davanti alla Commissione attività produttive della Camera sul Recovery Fund.

Dibattito tra imprenditori e candidati sindaco: "La Merano che vogliamo". Rete Economia-Wirtschaftsnetz annuncia la nascita della sezione meranese. Evento nella sede del WineFestival a Cermes

Rete Economia-Wirtschaftsnetz (la piattaforma di coordinamento tra CNA-SHV, Confesercenti, Coopbund e CooperDolomiti attiva da 7 anni) annuncia la nascita della sezione meranese e lo fa con una apprezzata tavola rotonda tra i candidati sindaco di Merano.

Partner dell’evento, che si è svolto ieri 8 settembre, è stato Helmuth Köcher, patron del Merano WineFestival, che ha ospitato l’incontro nella sua sede di Cermes: “Stiate buoni giardinieri – ha detto Köcher ai candidati – affinché nel terreno da voi lavorato cresca, forte e sano, l’albero dell’economia. La Merano ricca che conosciamo è figlia dell’intuizione del sindaco Valentin Haller che, a metà dell’800, portò avanti la vocazione turistica. Riscopriamo il passato per progettare il futuro”.

Un consiglio, quello di Köcher, che i sette partecipanti hanno accolto con interesse. Erano presenti il sindaco uscente Paul Rösch (Verdi, Team K e Sinistra Ecosociale), Richard Stampfl (Svp), Dario Dal Medico (Civica per Merano e Alleanza per Merano), Daniela Rossi Saretto (Partito Democratico), Ilenia Nero (Fratelli d’Italia), Peter Enz (Die Freiheitlichen) e Christoph Mitterhofer (capolista di Südtiroler Freiheit, presente al posto del candidato sindaco Reinhild Campidell).

Moderatore della serata è stato Raoul Ragazzi, vicepresidente di Confesercenti e rappresentante di Rete Economia nel NOI Techpark. Suo il format della serata, molto apprezzato dai candidati e dai partecipanti. Cinque imprenditori, in rappresentanza di altrettanti settori, hanno posto, in 90 secondi ciascuno, quesiti molto precisi. I candidati, anche loro in 90 secondi, hanno esposto i loro “impegni”. Il commerciante Simone Ciaglia ha tenuto il cronometro. Finiti i 90 secondi, l’applauso del pubblico ha troncato ogni intervento, creando anche momenti di scherzo che hanno reso “allegra” la serata.

Il Piano per il Sud deve essere priorità del Paese. Incontro con il ministro Provenzano

Il Piano per il Sud 2030 è un segnale positivo, ma per avere successo deve rappresentare una priorità per l’intero Paese. Annullare la divaricazione tra il Nord e il Mezzogiorno è la pre-condizione per una piena integrazione con il resto dell’Europa e per rimettere in moto l’Italia. È quanto ha sottolineato il Vice presidente della CNA con delega al Mezzogiorno, Giuseppe Cascone, nel corso dell’incontro con il Ministro per il Sud e la coesione territoriale, Giuseppe Provenzano.

“Lo schema proposto dal Piano – ha aggiunto Cascone – si fonda su una maggiore integrazione tra i diversi livelli istituzionali, ma necessita di un raccordo permanente con gli stakeholders più significativi a partire dalle Associazioni di rappresentanza delle imprese e dei lavoratori per individuare e selezionare priorità e interventi”.

Prestiti Covid a famiglie e imprese: c'è tempo fino al 15 ottobre

Da aprile a luglio chiesti oltre 4.200 prestiti da famiglie e imprese grazie all'intesa con le banche. Oggi l'ok della Giunta al finanziamento degli interessi per il secondo anno di mutuo.

In piena pandemia da coronavirus, il 7 aprile 2020 la Giunta provinciale ha stipulato con gli istituti di credito e le cooperative di garanzia un accordo per sostenere con prestiti a tasso agevolato lavoratori e lavoratrici in parte o del tutto in cassa integrazione ordinaria, in deroga o straordinaria a causa dell'emergenza da Covid-19. Per questi lavoratori la Provincia ha concordato la possibilità di chiedere un prestito a condizioni agevolate con erogazione immediata, di importo compreso fra 3.000 e 10.000 euro: il cosiddetto "Pacchetto famiglia". "Abbiamo voluto aiutare concretamente quelle famiglie che stanno pagando in termini di liquidità le conseguenze economiche della pandemia, dovendo fare i conti con una riduzione dello stipendio e conseguenti difficoltà finanziarie" ha detto il presidente della Provincia illustrando le novità in merito.

Domande presentabili ancora fino al 15 ottobre

Dal 15 aprile a luglio erano state 501 le richieste presentate alle banche da parte dei lavoratori, per complessivi 2,5 milioni di euro. L'accordo prevede il tasso 0 sul prestito per i primi 2 anni, con gli interessi del primo anno a carico delle banche e quelli del secondo anno coperti dalla Provincia. Oggi (8 settembre) la Giunta provinciale ha approvato il provvedimento tecnico che consente alla Provincia di finanziare gli interessi del secondo anno di prestito, stanziando 1,6 milioni di euro dal bilancio di previsione 2020-22. Le domande possono essere ancora presentate alle banche fino al prossimo 15 ottobre.

Chiesti prestiti per quasi 255 milioni

Complessivamente il patto con le banche per sostenere la ripartenza - destinato anche a imprese e liberi professionisti con possibilità di prestiti fino a 1,5 milioni di euro - ha portato da aprile a luglio alla presentazione di 4.205 domande alle banche locali, per complessivi 257,5 milioni di euro. Oltre alle 501 domande presentate da lavoratori in cassa integrazione, agli istituti di credito locali erano pervenute anche 3.704 domande da imprese e liberi professionisti per prestiti agevolati fino a 1,5 milioni di euro per complessivi 254,9 milioni di euro.

Corrarati (CNA-SHV): "La variante alla Strada Statale 12 diventi opera prioritaria. Veicoli aziendali e merci devono poter raggiungere tutte le zone della provincia senza rimanere bloccati nel traffico del capoluogo"

“La variante alla Strada Statale 12 è un’opera che non può essere ancora una volta rinviata o accantonata. Le aziende e le merci necessitano di un collegamento stradale veloce che consenta, a chi non ha motivo di entrare in città ma deve raggiungere altre località di tutta la provincia, di non rimanere imbottigliato nel traffico del capoluogo, snodo viario fondamentale. Oggi i veicoli aziendali e le merci transitano sulla strada statale che, di fatto, è quella che passa davanti al centro commerciale Twenty, in mezzo alla Zona Produttiva di Bolzano Sud. Ecco perché la variante alla SS12 è un’opera fondamentale nel mosaico delle grandi opere, necessarie allo sviluppo della città, inserite nell’Agenda Bolzano tra Comune e Provincia”. Lo ha detto Claudio Corrarati, presidente della CNA-SHV, incontrando, nella tarda mattinata di oggi (8 settembre), il sindaco uscente e candidato sindaco di Laives, Christian Bianchi, a margine della conferenza stampa congiunta organizzata con il candidato sindaco di Bolzano, Roberto Zanin sulla mobilità della conca di Bolzano e sull’interconnessione con i centri vicini e gli altri comprensori.

Buoni acquisto: la soglia di esenzione fiscale raddoppia. CNA con Edenred ti propongono i Ticket Compliments e i Ticket Restaurant

logo 12

tickets 1

NOVITÀ 2020

Raddoppia il limite per l'esenzione fiscale dei fringe benefit: la novità del decreto agosto rende più incisiva la normativa sull'esenzione di beni e servizi riconosciuti ai lavoratori dipendenti, come i Ticket Compliments.

COSA SIGNIFICA
Con il decreto legge di agosto (articolo 112 - D.L. n. 104/2020)
la soglia di esenzione fiscale dei fringe benefit passa, per l'anno 2020, da €258,23 a €516,46.

tickets 2

la soluzione più flessibile per rispondere a qualsiasi esigenza aziendale. Può essere utilizzato come:

Benefit

Per premiare le performance lavorative dei propri collaboratori, per incentivare le reti di vendita o semplicemente per offrire un maggior potere di acquisto ai propri dipendenti grazie ai suoi vantaggi fiscali

Omaggio Commerciale

Da destinare ai propri clienti o prospect, anche in occasioni speciali come il Natale o altre ricorrenze

Premio

Per incoraggiare i consumatori finali all’acquisto di un prodotto o un servizio tramite concorsi e operazioni a premi, campagne marketing e cataloghi loyalty

I più spendibili in Italia! Accettati in oltre 27.000 negozi, supermercati e stazioni di servizio per lo shopping, la spesa o la benzina.

Tra i quali:

tickets 3

Perché Ticket Compliments® è conveniente?
Perché a differenza di altre forme di premio o incentivo, i buoni acquisto possono essere dedotti dai costi in base al loro utilizzo.

Richiedi Ticket Compliments cliccando qui

 

... e per i buoni pasto? Nessun dubbio:
Ticket Restaurant


CNA consiglia alle imprese di scegliere il marchio più affidabile e meglio riconosciuto.

tickets 4

ASSOCIATO CNA?
Grazie alla partnership tra Edenred e CNA, in seguito alla situazione creata dalla pandemia, per venire incontro alle esigenze delle imprese, lo sconto dedicato agli associati RADDOPPIA!

NOVITÀ 2020
La Legge di Bilancio 2020 ha previsto nuove soglie di esenzione fiscale per i buoni pasto.

COSA CAMBIA
Ancora più vantaggi fiscali per Ticket Restaurant® elettronico la cui soglia di esenzione sale a € 8. La soglia di esenzione del Ticket Restaurant® cartaceo sarà, invece, di € 4.

COSA SIGNIFICA
Se eroghi già ai tuoi dipendenti buoni pasto cartacei con un valore superiore a € 4, potrai continuare ad usufruire dei vantaggi fiscali del buono pasto scegliendo il formato elettronico!

Tutti gli associati CNA, potranno ottenere i Ticket Restaurant con uno sconto da calcolare in relazione al numero dei dipendenti per i quali vengono richiesti i buoni pasto a partire da almeno il 4%.

 Richiedi Ticket Restaurant cliccando qui 

Incontro tra Rete Economia-Wirtschaftsnetz e la candidata sindaco del M5S, Maria Teresa Fortini: priorità all'assessorato all'economia e ai temi del lavoro e dello sviluppo, rivitalizzazione di commercio e artigianato nei quartieri, riduzione fiscale

Economia e lavoro al centro del prossimo Consiglio comunale, istituzione di un assessorato comunale all’Economia, assegnazioni dei negozi sfitti di proprietà pubblica ad artigiani di quartiere o a commercianti a condizioni agevolate, modifica delle strutture SEAB E ASSB per efficientare i costi e i servizi, sostegno al commercio di vicinato con 30 minuti di sosta gratis nei parcheggi blu e recupero per 5 giorni a settimana delle aree di sosta destinate alla raccolta rifiuti, progetti culturali ed eventi decentrati nei quartieri, rilancio o recupero delle feste tradizionali dei vari rioni, venerdì lungo a rotazione nelle vie commerciali fuori dal centro storico, bus a chiamata per agevolare gli spostamenti, ottimizzazione della spesa per ridurre il carico fiscale, iniziative mirate di conciliazione famiglia-lavoro per sostenere l’imprenditoria femminile. Sono le proposte illustrate dal candidato sindaco del Movimento 5 Stelle alle elezioni comunali di Bolzano, Maria Teresa Fortini, ai vertici di Rete Economia-Wirtschaftsnetz, nel corso di un incontro che si è tenuto oggi (7 settembre) nella sede di CNA-SHV, a Bolzano.

Incontro tra Rete Economia-Wirtschaftsnetz e i candidati della lista Fratelli d'Italia: dalla variante alla Statale 12 ai parcheggi gratis per i primi 30 minuti, dal riassetto di ASSB e SEAB ai quartieri

Realizzazione della variante alla SS12, verifica e accompagnamento del piano delle grandi opere, potenziamento dell’attuale Arginale, mobilità pubblica efficiente, libera circolazione per i veicoli aziendali, campagne per la sicurezza stradale, revisione delle spese e riduzione del carico fiscale, parcheggi blu gratis per 30 minuti nelle vie commerciali, recupero parziale delle 410 aree di sosta perse per la raccolta rifiuti, sburocratizzazione e sviluppo della smart city, sportello unico e banca dati per le imprese, nuovo assetto delle controllate ASSB e SEAB, incentivi a chi differenzia e smaltisce correttamente i rifiuti, investimenti sulle strutture sportive, attrazioni culturali ed eventi per rivitalizzare i quartieri. Sono numerosi i punti di convergenza illustrati da Marco Galateo, Rosanna Oliveri e Alessandro Forest, capolista e candidati della Lista Fratelli d’Italia alle elezioni comunali (a sostegno del candidato sindaco Roberto Zanin) ai vertici di Rete Economia-Wirtschaftsnetz, nel corso di un incontro che si è tenuto nella sala Oberrauch di Coopbund, in Corso Libertà a Bolzano.

Subscribe to this RSS feed