TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

L’orientamento alle professioni e al lavoro richiede lavoro di squadra fra scuola ed economia

Il Dipartimento Istruzione e Formazione italiana e l’IRE – Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano hanno organizzato insieme un convegno sull’orientamento per docenti orientatori che si è tenuto recentemente in Camera di commercio. L’obiettivo era individuare proposte d’azione per la fase cruciale di passaggio dal primo al secondo ciclo di istruzione, cioè dalla scuola media alle superiori. In questa occasione è stata presentata l’agenda dell’orientamento che è stata elaborata dal Dipartimento Istruzione e Formazione italiana e funge da linea guida per docenti e genitori.

Il passaggio dal primo al secondo ciclo di istruzione e poi dalla formazione al mondo del lavoro sono transizioni molto importanti e delicate che non riguardano solo i giovani e le loro famiglie, ma anche la scuola, il mondo del lavoro e la società.
“Le scuole stanno lavorando da anni e con buoni risultati, ma si può e si deve migliorare attraverso azioni concrete, prendendo anche spunto da modelli di best practice che si sono sperimentati in altre regioni”, sottolineano l’Assessore provinciale all’Istruzione e Formazione italiana Christian Tommasini e la Sovrintendente scolastica Nicoletta Minnei.
Il Presidente della Camera di commercio, Michl Ebner, ribadisce il ruolo dell’alternanza scuola-lavoro come strumento valido per l’orientamento: “La Camera di commercio in futuro si impegnerà ancora di più a co-progettare misure adatte per l’orientamento dei giovani alle professioni e al lavoro.”
Durante il convegno Andrea Felis, dirigente presso l’Intendenza scolastica italiana di Bolzano, ha presentato l’agenda dell’orientamento che fornisce informazioni pratiche sul docente orientatore, il passaggio tra scuola primaria di primo e secondo grado, l’orientamento, indirizzi utili e altri dati.
Laura Donà, dirigente tecnico del MIUR - Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca in Veneto, si è soffermata soprattutto sulla didattica e sul consiglio orientativo e ha suggerito un consiglio orientativo molto aperto, considerati anche il cambiamento rapido del mondo di lavoro che ci circonda. Georg Lun, Direttore dell’IRE, ha mostrato quali saranno gli sbocchi professionali in Alto Adige nel 2025 e ha spiegato il sistema informativo Excelsior, un sondaggio mensile di Unioncamere per rilevare i fabbisogni professionali come strumento utile per l’orientamento. Le competenze sociali e personali come prerequisito principale per un orientamento efficace sono state nel centro dell’intervento di Orazio Colosio, ex dirigente scolastico di Treviso.
Per informazioni è possibile rivolgersi all’IRE – Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano, persona di riferimento Georg Lun, IRE, tel. 0471 945 708, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure al Dipartimento Istruzione e Formazione italiana, persona di riferimento Andrea Felis, tel. 0471 411339, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..