TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

StampaEmail

ANTINCENDIO e GESTIONE EMERGENZE - Addetto aziendale - rischio basso

Codice:
S-AB
Luogo:
CNA-SHV, Via Righistr. 9, Bolzano-Bozen
Lingua del corso:
ITA

Descrizione

 

Metodologia del corso

Corso in aula in modalità in presenza.

Durata

4 ore

Costi di partecipazione

SOCI CNA-SHV - €

NON SOCI CNA-SHV - €

Le imprese in regola con i versamenti all’Ente Bilaterale Artigiano (EBA) usufruiscono, per ciascun partecipante, di un ulteriore contributo pari a € 5,00 per ogni ora di corso, fino a un massimo di 40 ore. Lo sconto verrà applicato da Ecipa direttamente in fattura, senza necessità di chiedere il rimborso all’Ente.

BONIFICO BANCARIO ANTICIPATO
IBAN: IT 46 K 06045 11606 000000859000 - c/c presso Cassa di risparmio Bolzano, intestato a Ecipa srl. 
Causale: codice del corso e nome del partecipante.

Destinatari

Personale aziendale (datore di lavoro o lavoratori) nominato addetto all'antincendio ed alla gestione delle emergenze, in attività classificate a basso rischio incendio.

Perchè questo corso

Formazione ed addestramento specifici per Addetti all'antincendio e alla gestione delle emergenze in attività a rischio incendio basso.

Il corso vuole fornire agli Addetti Antincendio le conoscenze teoriche e le competenze pratiche per svolgere i propri compiti di prevenzione e lotta agli incendi. La durata ed i contenuti minimi di questa formazione per gli Addetti antincendio variano in base alla classe di rischio incendio del luogo di lavoro, sono stati definiti con l’Allegato IX del D.M. 10 marzo 1998 ed integrano le previsioni dall'articolo 37, comma 9, del D.Lgs. n. 81/2008.

CLASSIFICAZIONE DEL RISCHIO INCENDIO

Alla luce dell'esito della valutazione del rischio incendio di un determinato luogo di lavoro, avviene la classificazione del rischio incendio, che può essere:

- RISCHIO INCENDIO ALTO: riguarda attività ben definite e circoscritte, elencate al punto 9.2 dell'Allegato IX al D.M. 10 marzo 1998, ovvero:

  1. industrie e depositi di cui agli articoli 4 e 6 del DPR n. 175/1988, e successive modifiche ed integrazioni;
  2. fabbriche e depositi di esplosivi;
  3. centrali termoelettriche;
  4. impianti di estrazione di oli minerali e gas combustibili;
  5. impianti e laboratori nucleari;
  6. depositi al chiuso di materiali combustibili aventi superficie superiore a 20.000 m2;
  7. attività commerciali ed espositive con superficie aperta al pubblico superiore a 10.000 m2;
  8. scali aeroportuali, stazioni ferroviarie con superficie, al chiuso, aperta al pubblico, superiore a 5000 mq(25) e metropolitane;
  9. alberghi con oltre 200 posti letto;
  10. ospedali, case di cura e case di ricovero per anziani;
  11. scuole di ogni ordine e grado con oltre 1000 persone presenti;
  12. uffici con oltre 1000 dipendenti;
  13. cantieri temporanei o mobili in sotterraneo per la costruzione, manutenzione e riparazione di gallerie, caverne, pozzi ed opere simili di lunghezza superiore a 50 m;
  14. cantieri temporanei o mobili ove si impiegano esplosivi.

- RISCHIO INCENDIO MEDIO: riguarda quelle attività per cui - in provincia di Bolzano- è richiesto il progetto ed il collaudo antincendio oltre ai cantieri dove si detengono sostanze infiammabili e si impiegano fiamme libere. Un elenco aggiornato di queste attività e contenuto nell'Allegato I del D.P.R. 151/2011.

- RISCHIO INCENDIO BASSO: Rientrano in tale categoria di attività quelle non classificabili a medio ed elevato rischio e dove, in generale, sono presenti sostanze scarsamente infiammabili, dove le condizioni di esercizio offrono scarsa possibilità di sviluppo di focolai e ove non sussistono probabilità di propagazione delle fiamme.

La formazione e l'addestramento degli Addetti antincendio e alla gestione emergenze avviene esclusivamente in aula. Non è ammessa la formazione on line.

Riferimenti normativi

D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81, articolo 37, comma 9.

D.M. 10 marzo 1998, art. 6 e s.m.i.

Attestazione

Alla conclusione del corso, è consegnato un attestato dell'avvenuta formazione.

Programma del corso

  1. L'incendio e la prevenzione
  • principi della combustione;
  • prodotti della combustione;
  • sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio;
  • effetti dell'incendio sull'uomo;
  • divieti e limitazioni di esercizio;
  • misure comportamentali.
  1. Protezione antincendio e procedure da adottare in caso di incendio
  • Principali misure di protezione antincendio;
  • evacuazione in caso di incendio;
  • chiamata dei soccorsi.
  1. Esercitazioni pratiche
  • Presa visione e chiarimenti sugli estintori portatili;
  • istruzioni sull'uso degli estintori portatili effettuata o avvalendosi di sussidi audiovisivi o tramite dimostrazione pratica.
  •  
Docenti del corso

Frequenza minima e verifiche

La valutazione e l'accertamento dell'apprendimento sono svolti tramite il superamento di un test a risposta chiusa somministrato al termine del percorso formativo. Il superamento dei test avviene con almeno l'80% delle risposte corrette. Viene ammesso a sostenere il test chi ha frequentato il 100% delle ore di lezione previste.

Al termine del corso un questionario di gradimento è proposto per la valutazione finale da parte dei partecipanti affinché possano esprimere un giudizio sui diversi aspetti del corso frequentato.
Soggetto formatore

ECIPA s.r.l.

Responsabile del progetto formativo: Claudio Corrarati


.